menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morti sospette, la Corte d'Appello ribalta il verdetto: assolta l'ex infermiera Daniela Poggiali

La Procura potrà presentare ricorso in Cassazione. Poggiali era stata condannata all'ergastolo l'11 marzo del 2016

Daniela Poggiali torna in libertà. L'ex infermiera dell'ospedale "Umberto I" di Lugo, imputata per la morte della 78enne Rosa Calderoni avvenuta l'8 aprile del 2014, è stata assolta dalla Corte d'Assise d'Appello. La Procura generale potrà presentare ricorso in Cassazione. Poggiali era stata condannata all'ergastolo l'11 marzo del 2016 in primo grado a Ravenna. La vicenda si staglia su un contesto inquietante di numerose morti sospette all'interno dell'ospedale lughese, oltre che di furti in corsia e foto con i cadaveri. Il sostituto procuratore generale Luciana Cicerchia aveva chiesto per la 45enne la conferma della condanna all'ergastolo che le era stata inflitta in primo grado. Decisiva è stata una nuova perizia medica richiesta dai giudici d'Appello e depositata nei giorni scorsi, che non ha permesso di accertare le cause della morte dell'anziana e ha gettato dubbi sulle risultanze della precedenti perizie mediche. Venerdì il colpo di scena, con la Corte d'Assise d'Appello di Bologna che ha assolto l'ex infermiera "perché il fatto non sussiste". per la donna è stata disposta la scarcerazione immediata, era detenuta dall'ottobre 2014.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento