rotate-mobile
Cronaca

Finto vino pregiato: commerciante finisce nei guai

I funzionari del servizio Antifrode dell'Ufficio delle Dogane di Genova 2 si sono accorti che le etichette sulle bottiglie erano false attraverso le verifiche sui documenti del prodotto

Un commerciante di vino ravennate è stato denunciato a piede libero per contraffazione per aver tentato di esportare via nave negli Usa oltre 10 mila bottiglie di un anonimo vino spacciandolo per uno pregiato, camuffandolo con etichette falsificate. L'operazione delle Dogane, denominata "Vino non Veritas", è nata da un'attività d'indagine mirata alla difesa del made in Italy.  L'uomo è stato scoperto nel porto di Genova dagli ispettori della Dogana. I funzionari del servizio Antifrode dell'Ufficio delle Dogane di Genova 2 si sono accorti che le etichette sulle bottiglie erano false attraverso le verifiche sui documenti del prodotto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto vino pregiato: commerciante finisce nei guai

RavennaToday è in caricamento