rotate-mobile
Cronaca Cotignola

Inaugura il 'Giardino dei nonni' della casa residenza realizzato grazie alle donazioni

"Siamo stati molto onorati e contenti del successo del crowdfunding, la solidarietà dimostrata verso questa struttura e verso le persone che la abitano ci ha davvero commosso"

Una giornata di festa per dire “grazie”. È quanto sta organizzando per sabato 7 maggio alle ore 11 lo staff della Cra Tarlazzi Zarabbini di Cotignola per inaugurare la prima ala del “Giardino dei nonni”, realizzata grazie alla solidarietà della comunità durante la campagna di crowdfunding “Un filo verde che ci unisce”. L’appuntamento è proprio nel nuovo giardino e l’invito a partecipare è esteso a tutta la cittadinanza, alle imprese, alle associazioni e alle istituzioni che numerose hanno risposto con generosità alla raccolta fondi organizzata nei mesi scorsi.

“Siamo stati molto onorati e contenti del successo del crowdfunding, la solidarietà dimostrata verso questa struttura e verso le persone che la abitano ci ha davvero commosso - sottolinea Nicoletta Vitali, coordinatrice della Tarlazzi-Zarabbini e promotrice della raccolta fondi - Con i primi fondi raccolti, 4.000 euro donati dal Comitato locale de La BCC ravennate forlivese e imolese, siamo già riusciti a rendere agibile una parte del nostro giardino. Con gli altri fondi raccolti, 14.414 euro con il crowdfunding su ideaginger.it,  completeremo la ristrutturazione su tutta l’area esterna, anche grazie alla disponibilità dell’ASP Bassa Romagna di farsi carico di alcuni lavori di ripristino, in modo che i nostri anziani ospiti possano godere degli spazi verdi che abbiamo a disposizione e che prima, a causa di barriere architettoniche importanti, non erano fruibili”.

Al taglio del nastro di questa prima parte del progetto parteciperanno il sindaco di Cotignola Luca Piovaccari, il presidente del Consorzio Solco Ravenna Antonio Buzzi e la coordinatrice della struttura Nicoletta Vitali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugura il 'Giardino dei nonni' della casa residenza realizzato grazie alle donazioni

RavennaToday è in caricamento