rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca

Oltre 20mila presenze in centro per GiovinBacco: "Grande risultato"

“GiovinBacco in Piazza ha raggiunto un grande risultato, che ha già determinato la scelta di confermarlo l’anno prossimo - ha affermato il sindaco Fabrizio Matteucci -. Il centro storico così vivo è uno spettacolo molto bello e fa bene a Ravenna"

Oltre 20mila presenze nel cuore di Ravenna durante la tre giorni di GiovinBacco 2015. Un incremento nelle degustazioni del vino del 25% rispetto alla scorsa edizione al Pala De André. Il service del Lions Club Ravenna Bisanzio, che ha curato la vendita del vino a scopo benefico, ha fatto registrare un incasso di circa 10.000 euro, il 50% del guadagno sarà devoluto ad attività sociali del territorio. L’incasso per le degustazioni del vino ha superato i 50.000 euro; ancora maggiore quello riferito a tutte le attività dei privati legate al cibo di strada e ai mercati.

“GiovinBacco in Piazza ha raggiunto un grande risultato, che ha già determinato la scelta di confermarlo l’anno prossimo - ha affermato il sindaco Fabrizio Matteucci -. Il centro storico così vivo è uno spettacolo molto bello e fa bene a Ravenna". "Grande soddisfazione" è stata esternata da Massimo Cameliani, assessore a commercio e turismo, secondo il quale l'edizione 2015 "ha battuto ogni record in fatto di alta partecipazione per tutta la durata delle manifestazione. Un risultato eccezionale che ha al suo attivo positivi ritorni anche per gli esercenti come dimostrano i numeri forniti dagli organizzatori. Possiamo affermare che Giovinbacco ha tenuto a battesimo quell'immagine del nostro territorio legata al patrimonio enogastronomico che, assieme a quella più legata alla città d'arte, vogliamo sempre di più promuovere in Italia e all'estero".

“Quest’anno - ha ricordato Mauro Zanarini, di Slow Food Ravenna - abbiamo portato il vino in piazza e così tantissime persone – non solo gli esperti e gli appassionati – hanno potuto scoprire e gustare i nostri vini di Romagna, a partire dal Sangiovese. Al vino hanno fatto da cornice i mercati dei contadini e degli artigiani del nostro territorio e la mostra mercato dei grandi formaggi italiani selezionati da Slow Food, una delle novità più qualificanti di questa edizione della manifestazione, che vogliamo allargare e valorizzare in futuro. Siamo felici che i mercati e le piazze del cibo di strada siano stati letteralmente presi d’assalto, così come siamo molto soddisfatti del pubblico che abbiamo registrato nello spazio di Slow Food e de Il Lavoro dei Contadini.”

Per Nevio Ronconi, presidente di Tuttifrutti, "unire la degustazione del buon vino al cibo di strada di qualità è stata la carta vincente della nuova formula di GiovinBacco in Piazza. Siamo estremamente soddisfatti del grande successo della manifestazione. Ne abbiamo colto tutte le potenzialità, che intendiamo sviluppare nelle prossime edizioni. Abbiamo anche capito con questa prima edizione in centro storico che dobbiamo raddoppiare o forse triplicare lo spazio dedicato al vino. Ristoranti e locali pubblici del centro hanno collaborato con noi – di questo li ringraziamo – e ci fa piacere che abbiano avuto un grandissimo riscontro di pubblico, soprattutto il sabato sera, praticamente con il tutto esaurito. Infine voglio ricordare l’appassionante omaggio a Dante, il cibo per la mente, e in particolare la strepitosa performance di Franco Costantini accompagnato da Raimondo Raimondi.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 20mila presenze in centro per GiovinBacco: "Grande risultato"

RavennaToday è in caricamento