La Mille Miglia si sposta, la Pigna: "Ravenna è sempre più provincia di Cervia"

Lunedì mattina è stata presentata l’edizione 2018 della storica Mille Miglia. Il percorso esclude la tradizionale tappa di Ravenna, mentre include quella di Cervia – Milano Marittima

Lunedì mattina è stata presentata l’edizione 2018 della storica Mille Miglia. Il percorso esclude la tradizionale tappa di Ravenna, mentre include quella di Cervia – Milano Marittima. Grande soddisfazione ha espresso il sindaco cervese Luca Coffari: "Un altro grande evento che porterà presenze e visibilità internazionale per allungare la stagione turistica", commenta il sindaco. Meno soddisfatta, invece, la capogruppo in consiglio della Pigna Veronica Verlicchi, che lancia una frecciatina. "Cervia è la città del sindaco Michele de Pascale: una coincidenza? - attacca Verlicchi - Il silenzio del sindaco de Pascale per la perdita della tappa di Ravenna è inquietante e dimostra  l’assoluta incapacità del Pd e dell’amministrazione comunale di governare la città. La colonia cervese del Pd ha invaso il Comune di Ravenna di amministratori e il Pd di responsabili politici. Ravenna è sempre più Provincia di Cervia".

Dalla Cooperativa Bagnini di Cervia i complimenti al sindaco Luca Coffari "per aver portato a Cervia una manifestazione di grande pregio e un attrattore turistico tra i più importanti a livello internazionale. Si tratta della celebre manifestazione automobilistica di macchine d’epoca Mille Miglia a Cervia. Il 16 maggio 2018 infatti la trentaseiesima edizione della emozionante gare che parte e termina a Brescia, attraversando mezza Italia prima e dopo il giro di boa a Roma, farà tappa a Cervia-Milano Marittima. Questa prima tappa, con partenza nel primo pomeriggio di mercoledì 16 maggio, dopo il passaggio a Desenzano e Sirmione, al Parco Sigurtà di Valeggio Sul Mincio e a Mantova, Ferrara e Comacchio, si concluderà a Cervia-Milano Marittima unica sosta nel passaggio tra Comacchio e Pesaro".

"La cosa grave da un punto di vista politico, in tutta questa vicenda, non è la notizia di incomprensioni o i motivi per cui si è litigato, ma il fatto che la nostra città abbia permesso così a cuor leggero che la manifestazione deviasse il proprio percorso favorendo la vicina Cervia, sede di residenza del nostro Sindaco, la quale, grazie al suo “Hub ricettivo”, nonché alle proprie capacità di accoglienza turistica, scende con la “scala reale” investendo circa 50mila euro nella manifestazione per portarsi a casa direttamente la tappa - aggiunge il capogruppo di CambieRà Samantha Tardi - Il ritorno economico che deriva dall'ospitare una tappa della Mille Miglia, considerando il target partecipante, le scuderie, gli staff, i familiari ed i vari seguaci di ogni team sarebbe di gran lunga superiore all'investimento iniziale: ed è qui il punto. Perché Ravenna non riesce mai ad anticipare i tempi proponendo – o controproponendo,  in caso di mancati accordi trovati con gli organizzatori – di ospitare una tappa, investendo denaro per portare un indotto a tutta la città in termini economici e di immagine?
Prospettiva, organizzazione, lungimiranza e a volte voglia di rischiare sarebbero utili per evitare di leggere sui social che Ravenna rimane sempre un passo indietro, all'ombra della piccola Cervia, mentre questa viene addirittura definita, ormai, Caput Mundi. Io trovo tutto questo frustrante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

  • Precipita in un canalone con la mountan bike: attimi di terrore per un ravennate

Torna su
RavennaToday è in caricamento