Cronaca

Maltratta e minaccia l'ex moglie: arrestato dalla Squadra Mobile

Un ravennate di 36 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare

E' accusato di aver minacciato e picchiato l'ex moglie, dalla quale è separato da tempo. Un ravennate di 36 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile di Ravenna in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare con le accuse di lesioni, minacce e maltrattamenti in famiglia. L'attività investigativa ha mosso i primi passi a seguito della denuncia-querela presentata dalla vittima alla Questura di Ravenna, addebitando all'ex coniuge ripetute minacce e percosse nei suoi confronti.

La donna con la sua denuncia ha ripercorso gli anni della convivenza con l’uomo contraddistinti, secondo quanto denunciato, dalle frizioni originate dalla gestione del figlio e dalle ripetute minacce e percosse che, una volta riscontrate dagli investigatori, hanno consentito alla Procura di indagare l’uomo anche per il reato di maltrattamenti in famiglia.

Gli inquirenti, coordinati dal pubblico ministero Cristina D'Aniello, hanno raccolto prove tali da richiedere al giudice per le indagini preliminari, l’emissione della misura cautelare degli arresti domiciliari. La misura restrittiva è stata immediatamente eseguita dagli uomini della Mobile che, in esecuzione del provvedimento cautelare emesso dal giudice, hanno ristretto l’indagato in un0idonea struttura ospedaliera per aver manifestato un evidente disagio personale.

In seguito all’interrogatorio di garanzia, nel corso del quale il 36enne si è avvalso della facoltà di non rispondere, il giudice Piervittorio Farinella ha disposto, accogliendo la richiesta dell’avvocato difensore, che l’uomo venisse trasferito agli arresti domiciliati nella propria abitazione.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta e minaccia l'ex moglie: arrestato dalla Squadra Mobile

RavennaToday è in caricamento