menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz europeo contro la tv pirata: colpiti migliaia di utenti in Romagna

L'operazione mira a smantellare quei servizi pirata che consentono di usufruire gratuitamente di canali satellitari a pagamento convertendo il segnale analogico della pay tv in web-digitale

E' scattata all'alba di mercoledì mattina ed è la più vasta operazione europea contro le tv pirata mai effettuata. Obiettivo: oscurare le Iptv illegali, che in Italia coinvolgono circa 5 milioni di utenti per un giro di affari stimato in oltre 30 milioni di euro all'anno. L'operazione, denominata "Eclissi", mira a smantellare quei servizi pirata che consentono di usufruire gratuitamente di canali satellitari a pagamento convertendo il segnale analogico della pay tv in web-digitale.

L'Iptv  è purtroppo molto in voga anche in Romagna, dove sono migliaia gli utenti che ne usufruiscono alimentando così il mercato illegale dei servizi televisivi e web. L’operazione, condotta dalla Polizia, è coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma e a livello internazionale dalle Agenzie europee Eurojust ed Europol, con la cooperazione delle polizie e delle autorità giudiziarie anche di Francia, Paesi Bassi, Germania, Bulgaria e Grecia. 

Otto gli ordini europei di indagine per associazione a delinquere a carattere transnazionale emessi dalla Procura di Napoli. Soddisfazione da parte dell’Unione Nazionale Consumatori, per voce del presidente Massimiliano Dona: “La notizia è ottima. È fondamentale fare un salto culturale affinché i fruitori prendano atto che non si tratta di un innocuo tentativo di risparmiare qualche euro, ma di un vero e proprio reato gestito da organizzazioni sofisticate e ampie, che danneggia lo sport ma anche gli stessi consumatori che non sempre sono consapevoli di quello che rischiano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento