menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morti sospette all'ospedale di Lugo, la Corte dispone la perizia

La donna è accusata davanti alla Corte d'Assise d'Appello di Bologna di avere ammazzato l'8 aprile 2014 con un'iniezione letale di potassio una sua paziente, la 78enne Rosa Calderoni

La Corte d'Assise d'Appello di Bologna ha disposto una perizia medico legale sulle cause della morte della 78enne Rosa Calderoni nel processo che vede imputata l'ex infermiera 44enne Daniela Poggiali, condannata in primo grado all'ergastolo per l'omicidio della donna avvenuto all'ospedale di Lugo. Soddisfatte le difese, che avevano chiesto questo supplemento dibattimentale. L'udienza è stata aggiornata al 9 marzo per il conferimento dell'incarico. In una precedente udienza il sostituto procuratore generale Luciana Cicerchia ha chiesto la conferma della condanna all'ergastolo di Poggiali, accusata di avere ammazzato l'8 aprile 2014 con un'iniezione letale di potassio la paziente di 78 anni. Ma la vicenda si staglia su un contesto inquietante di numerose morti sospette all'interno dell'ospedale lughese, oltre che di furti in corsia e foto con i cadaveri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento