Cronaca

Nascondeva la droga in cantina: tradito dall'odore "inconfondibile"

Il forte odore che ha accolto i militari dell’Arma quando sono entrati in cantina non ha lasciato alcun dubbio

I Carabinieri della Stazione di Faenza Borgo Urbecco hanno ricevuto notizie da diverse fonti confidenziali riguardanti il fatto che un 19enne faentino fosse in possesso di un’ingente quantitativo di droga. Fatti dei servizi ad hoc  per capire le abitudini di vita del giovane e viste le continue frequentazioni dello stesso con persone legate al mondo della droga, hanno deciso di procedere a una perquisizione a casa del 19enne.

Il forte odore che ha accolto i militari dell’Arma quando sono entrati in cantina non lasciava alcun dubbio: era presente della droga. La ricerca ha dato ben presto esito positivo, con il ritrovamento sopra uno scaffale di uno zaino e di una scatola di cartone con all’interno una busta. Sia lo zaino che la busta erano occultati per bene dietro a dei pneumatici. Il tutto era nascosto alla vista, ma l’odore non lasciava spazio all’immaginazione. Dal controllo accurato all’interno dello zaino sono stati rinvenuti 3 sacchetti di cellophane termosaldati del peso complessivo  di 1 kg contententi marijuana. All’interno della busta, invece, sono stati trovati 7 panetti del peso complessivo di 1 kg di hashish. La perquisizione estesa a tutta l’abitazione ha consentito anche di trovare all’interno di un cassetto del comodino nella camera del ragazzo un coltello intriso di sostanza stupefacente del tipo hashish, verosimilmente utilizzato per tagliare i panetti.

Sostanza stupefacente, coltello e il cellulare del soggetto sono stati sottoposti a sequestro. Il pm di turno, Silvia Ziniti, ha disposto di trattenere l’arrestato in camera di sicurezza fino al rito direttissimo. Il Gip Beatrice Marini ha convalidato l’arresto e disposto la misura degli arresti domiciliari e chiesti i termini a difesa per il 14 novembre.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondeva la droga in cantina: tradito dall'odore "inconfondibile"

RavennaToday è in caricamento