rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Nidi comunali, si aprono le iscrizioni: "Ampliamo e differenziamo l’offerta"

Possono presentare domanda i genitori dei bambini nati negli anni 2015, 2016 e 2017 (nati fino al giorno 12 aprile compreso)

Aperti dal 24 marzo al 14 aprile i termini per le iscrizioni ai nidi d’infanzia comunali, convenzionati e allo spazio bimbi. Giovedì si terranno gli open day, aperti alle famiglie per visite di orientamento e conoscenza, in tutte le strutture comunali e convenzionate (per gli orari e l’elenco completo https://bit.ly/open-day-nidi). Possono presentare domanda i genitori dei bambini nati negli anni 2015, 2016 e 2017 (nati fino al giorno 12 aprile compreso). Il bando disciplina la riapertura dei termini per i bambini nati successivamente. I requisiti dichiarati devono essere posseduti alla data del 23 marzo 2017, giorno antecedente la data di apertura del bando. L'iscrizione ai nidi comunali avviene esclusivamente in modalità on-line e il bando, i termini e le informazioni necessari all'iscrizione, dal 24 marzo saranno pubblicati sul sito www.istruzioneinfanzia.ra.it.

"Per il prossimo anno scolastico - sottolinea l’assessora alla Pubblica istruzione e infanzia Ouidad Bakkali - abbiamo previsto importanti novità finalizzate ad ampliare e differenziare l'offerta educativa per i bambini da 0 a 3 anni, con l'obiettivo di fornire servizi in linea con le sempre più diversificate esigenze delle famiglie. Va ad esempio in questa direzione l’aumento dell’offerta educativa per la fascia di età lattanti, che viene accresciuta di 20 posti, con la finalità di consentire una diminuzione della relativa lista di attesa”.

Nello specifico il nido Corte dei Bimbi sarà organizzato per accogliere anche i bambini in età lattanti e saranno funzionanti sia sezioni a tempo pieno che a part-time: ci sarà una sezione da lattanti a tempo pieno dalle 7,30 alle 17 (10 nuovi posti), una nuova sezione semidivezzi-divezzi a tempo pieno dalle 7.30 alle 17 ed una sezione semidivezzi/divezzi part-time dalle 7.30 alle 14.30. Lo Spazio Bimbi “Tanti Bimbi” al Polo Lama Sud sarà organizzato per accogliere anche i bambini in età semidivezzi-divezzi al pomeriggio dalle 14 alle 19, con merenda (senza cena). Il servizio pomeridiano partirà sperimentalmente solo in presenza di 8 iscritti. Il costo del servizio è analogo a quello mattutino.

La retta, calcolata in modo individualizzato e proporzionale in base alla situazione economica familiare (indicatore Isee per prestazioni agevolate rivolte a minorenni o a famiglie con minorenni). A titolo esemplificativo: ad un Isee di € 3.000,01 corrisponde la retta mensile minima (quota fissa 27 euro, quota giornaliera 45 centesimi; per 20 giorni di frequenza la famiglia paga 36 euro complessivi). ad un Isee pari o superiore a 35mila euro corrisponde la retta mensile intera (quota fissa 249 euro, quota giornaliera 2 euro per 20 giorni di frequenza la famiglia 289 euro complessivi).

Sono in corso le procedure per attivare come nido a gestione comunale esternalizzata il nido d'infanzia attualmente funzionante nell'immobile di proprietà del Comune di Ravenna di via Pomposa 25, ora denominato “L'Hera dei Bimbi”, che consentirà di ampliare l'offerta educativa comunale dai 25 posti attualmente convenzionati ai 44 posti a gestione comunale esternalizzata per complessivi ulteriori 19 posti fra lattanti, semidivezzi e divezzi.

 Bando per l'assegnazione dei Voucher comunali per i servizi educativi privati - Ad aprile aprirà il nuovo bando per l'assegnazione dei voucher comunali per la frequenza ai servizi privati per il prossimo anno scolastico 2017/2018; sarà disponibile sul sito www.istruzioneinfanzia.ra.it dove le famiglie potranno verificare anche la riapertura dei termini per successive richieste di contributi. Il Comune di Ravenna ha attivato già nell'anno scolastico 2016/2017, in via sperimentale, l'erogazione di un voucher comunale, rivolto alle famiglie con figli di età inferiore a tre anni a parziale copertura della retta per la frequenza in un nido d'infanzia/piccolo gruppo educativo privato/servizio sperimentale nella fascia 0-3, autorizzato al funzionamento e presente nel territorio del comune di Ravenna. L'importo del voucher va da un minimo di 50 euro ad un massimo di 300 euro in base alle fasce di reddito possedute dalle famiglie che devono essere obbligatoriamente ricomprese tra 7.500 euro e 35mila euro e pertanto le famiglie devono essere in possesso di un'attestazione Isee per prestazioni rivolte a minorenni in corso di validità. Per l'anno scolastico 2016/2017 hanno ottenuto il contributo 34 famiglie. Il voucher è garantito per l'intero ciclo di frequenza al servizio educativo privato 0-3 anni qualora permangano i requisiti del reddito.

continua nella pagina successiva ====> OBBLIGHI VACCINALI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nidi comunali, si aprono le iscrizioni: "Ampliamo e differenziamo l’offerta"

RavennaToday è in caricamento