menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non rispetta il divieto dell'Autorità giudiziaria: finisce in carcere

Dal settembre scorso l'uomo si trovava sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso la sua abitazione di Ravenna

La Polizia di Stato ha arrestato un 50enne, originario della provincia di Foggia, per i reati di reati di estorsione, rapina, spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi.

Dal settembre scorso l'uomo si trovava sottoposto al regime di detenzione domiciliare presso la sua abitazione di Ravenna, così come disposto dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Bologna, e sarebbe dovuto restarvi sino al mese di luglio prossimo. Sabato pomeriggio gli uomini dell’Antidroga della Squadra Mobile si sono presentati alla sua abitazione e lo hanno nuovamente dichiarato in arresto, conducendolo al carcere di Ravenna.

L’arresto è stato disposto da un provvedimento dell’Ufficio di Sorveglianza di Bologna, che ha deciso di sospendere la detenzione domiciliare ordinando che il 50enne fosse accompagnato in carcere. Infatti, in seguito a una serie di verifiche effettuate dagli investigatori della Squadra Mobile, sarebbe emerso che il pugliese, nonostante il divieto impostogli dall’Autorità Giudiziaria, riceveva presso la propria abitazione persone già note alle forze dell'ordine. Quanto evidenziato dalla Squadra Mobile ha così determinato l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna a emettere un provvedimento con il quale è stato revocato il beneficio concesso all'uomo nel settembre del 2018.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento