Pericoloso stalker arrestato a Faenza: aveva dato fuoco anche ad alcune auto

Al culmine del suo delirio lo stalker, già noto alle forze dell'ordine per fatti analoghi, ossessionato dalla gelosia, aveva bersagliato di minacce telefoniche e scritti anonimi anche alcuni conoscenti della donna

I Carabinieri di Faenza nel corso della notte fra giovedì e venerdì, hanno arrestato in flagranza per il reato di “atti persecutori” un 52enne faentino che da circa venti giorni aveva dato inizio ad una serie di condotte intimidatorie e persecutorie nei confronti di una 38enne che non aveva ricambiato le sue “avances”. Al culmine del suo delirio lo stalker, già noto alle forze dell’ordine per fatti analoghi, ossessionato dalla gelosia, aveva bersagliato di minacce telefoniche e scritti anonimi anche alcuni conoscenti della donna, fra cui due pensionati che, solo perché visti alcune volte a casa di lei, si sono ritrovati nel “mirino” del 52enne che ha dato alle fiamme un’autovettura e due motocicli che gli anziani avevano parcheggiato nelle vicinanze delle rispettive abitazioni.
 
L’arrestato, con i suoi messaggi, aveva minacciato ulteriori ritorsioni ed atti incendiari contro chiunque avesse frequentato la donna, che negli ultimi tempi era stata costretta a trasferirsi fuori Faenza ed a cambiare le proprie abitudini di vita a causa dello stato d’ansia e di paura. Gli uomini della stazione di Faenza Borgo Urbecco, che hanno seguito la vicenda costantemente mantenendo contatti quotidiani con la vittima e le altre persone coinvolte, una volta ravvisata la gravità di ciò che stava accadendo e soprattuto la pericolosità dell’uomo, giovedì notte si sono appostati in borghese vicino all’abitazione della donna ed hanno arrestato lo stalker dopo l’ennesima “incursione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo, infatti, aveva appena recapitato a casa della 38enne l’ennesimo scritto offensivo e minatorio, tempestandola di telefonate in quanto aveva capito che da alcuni giorni si era trasferita altrove. A casa del 52enne i carabinieri hanno sequestrato molte fonti di prova, addirittura nella sua autovettura aveva già preparato altri scritti di tenore minatorio e persecutorio insieme a materiale incendiario, fra cui una bottiglia contenente carburante. Dopo l’arresto, è stato portato in carcere a Ravenna a disposizione del pubblico ministero Vincenzo Antonio Bartolozzi che ha coordinato le indagini dei carabinieri.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento