Cronaca

Piazza Kennedy, installati alcuni padiglioni sul fronte di via D'Azeglio

Non appena designati i gestori attraverso il bando pubblico ancora aperto, verranno installate nello stesso fronte le altre strutture per la vendita di cibo di strada e altre merceologie.

Il Comune fa il punto sui lavori in piazza Kennedy, partendo dai padiglioni che la scorsa notte sono stati collocati sul fronte di via D’Azeglio. Si tratta del locale tecnico e quello dedicato ai servizi igienici. Nel locale tecnico dalle prossime settimane comincerà l’allestimento dei quadri di sezionamento e per i gruppi di misura dei vari impianti previsti nella futura piazza. Alla fine della prossima settimana è prevista la consegna del padiglione edicola che andrà collocato in prosecuzione del blocco locale tecnico, in prossimità della sua posizione originaria. Le nuove strutture saranno rese funzionali non appena terminati i lavori di riqualificazione della piazza.

Non appena designati i gestori attraverso il bando pubblico ancora aperto, verranno installate nello stesso fronte le altre strutture per la vendita di cibo di strada e altre merceologie

IL PUNTO SUI LAVORI - Circa due settimane fa sono terminate le valutazioni e i sondaggi estesi inerenti il Progetto di tutela archeologica anche nella porzione di area denominata FASE A Zona Sant’Agnese, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia. Questo ha permesso, nelle settimane scorse di procedere con la protezione delle strutture rinvenute, previa ripulitura dalle infestanti e la posa di un ricoprimento in tessuto non tessuto, e col successivo riempimento dell’area per la preparazione della fondazione e della relativa sovrastruttura stradale prevista in progetto.

La realizzazione della fondazione e della relativa sovrastruttura per la nuova pavimentazione ad uso carrabile in quadrettoni di pietra di Luserna per il sedime della piazza pavimentazione in pietra di Luserna sta procedendo nelle aree disponibili e, vista la complessità dei ritrovamenti archeologici, nell’area della chiesa viene messo in evidenza non un unico profilo della chiesa e quindi una unica fase (quella di XVII), ma anche quello della fase medioevale dell’impianto basilicale. I due tracciati sono leggibili grazie all’utilizzo di differenti materiali lapidei, luserna per la fase più recente, a croce, e pietra d’Istria per il profilo della chiesa più antica a pianta rettangolare compreso l’abside.

Per quanto riguarda i sottoservizi, nel corso della prossima settimana si procederà col completamento della posa delle reti di pubblica illuminazione lungo il Palazzo del Mutilato oltre a quello F. M. a servizio degli spettacoli e per l'area dei mercatini.

Il progetto della nuova Piazza Kennedy, prevede alcuni “vuoti della pavimentazione” destinati a verde; questi intarsi nell'ampio spazio pavimentato, seppur di modeste dimensioni, hanno un significato importante nella ricostruzione  storica di quanto era presente precedentemente allo sventramento dell'area, destinata a fare spazio alla costruzione del Palazzo del Mutilato e dell'antistante Piazza. Infatti le cinque aiuole individuate davanti al Palazzo ripropongono la sistemazione di quanto una volta era racchiuso dalle mura del Giardino-Orto del Palazzo Rasponi, a cui si accedeva da un varco frontistante l'accesso del Palazzo, nel progetto evidenziato dal percorso che distingue le quattro aiuole di dimensione piuttosto omogenea nell'angolo sud ovest della piazza, già realizzate, dall'aiuola più grande che si appoggia al perimetro della Chiesa di Sant'Agnese in corso di realizzazione.

E’ in corso la realizzazione del rivestimento in pietra d’Istria del muretto in cemento armato che funge da seduta ubicato lungo la ex via S.Agnese e sugli angoli con la via D’Azeglio da un lato e sull'angolo lato ovest dall’altro, che delimita il giardino che era di  proprietà Rasponi dalle Teste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Kennedy, installati alcuni padiglioni sul fronte di via D'Azeglio

RavennaToday è in caricamento