rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Picchiava moglie e figlioletti, padre-padrone è ora in carcere

Padre-padrone arrestato dagli agenti della squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Faenza. Si trova di un albanese di 42 anni, fermato in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Giudomei

Padre-padrone arrestato dagli agenti della squadra Anticrimine del Commissariato di Polizia di Faenza. Si trova di un albanese di 42 anni, fermato in esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip Giudomei per maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della moglie e dei figli minori. La donna ha deciso di denunciare i fatti Al culmine di ripetuti episodi di molestie (fisiche e verbali) commesse ai suoi danni e verso i propri figli dal 42enne.

Il racconto della donna inizia poco dopo che i due si sposano, nel lontano 1995. Nel tempo per sfuggire alle violenze del marito si è allontanata di casa con i figli in più occasioni ed in un caso ha denunciato il coniuge, poi ritirata a seguito delle promesse del marito di cambiare atteggiamento. Questa volta però la “rete” predisposta per contrastare la violenza di genere ha funzionato nel migliore dei modi, riuscendo così ad infondere alla vittima una relativa serenità tale da convincersi a denunciare il proprio marito.

La sinergia delle Istituzioni intervenute in questo caso: la Procura, che ha coordinato l’attività d’indagine, il Commissariato di Polizia, Servizi
Sociali del Comune di Faenza e Associazione S.O.S. Donna, hanno permesso di tutelare madre e figli che nel frattempo hanno soggiornato in un domicilio protetto, e di raccogliere gli elementi di prova necessari per emettere una custodia cautelare nei confronti dell’indagato.

La gravità della misura emessa si è resa necessaria in quanto l’arrestato durante il periodo in cui la propria famiglia si era rifugiata nel luogo a lui sconosciuto aveva mostrato e perpetrato il proprio carattere violento ed incapace di autocontrollo esternando propositi auto ed etero lesionistici qualora la famiglia si fosse riunita, tentando in ogni modo di mettersi in contatto con questi ultimi. L’uomo si trova attualmente in carcere a Ravenna a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiava moglie e figlioletti, padre-padrone è ora in carcere

RavennaToday è in caricamento