rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca Lugo

Fondi Pnrr a Lugo, votata una variazione di bilancio da 3,9 milioni di euro: "Straordinaria opportunità"

Il sindaco Ranalli: "Per noi è il risultato dell'impegno messo in atto per intercettare al meglio i fondi per la Lugo del futuro"

Giovedì sera durante la seduta del Consiglio Comunale di Lugo è stata approvata una variazione di bilancio corposa e articolata che prevede, tra le varie voci,
diverse acquisizioni di risorse legate ai progetti Pnrr per Lugo. La variazione è stata approvata con 14 voti favorevoli (Pd, Insieme per Lugo, Gruppo Misto/Fabrizio Lolli) e 5 astenuti (Lega Romagna - Salvini Premier, Per la Buona Politica). Sui social il sindaco Davide Ranalli ha voluto esprimere la sua soddisfazione.
 
"La variazione di bilancio da 3,9 milioni di euro votata in Consiglio Comunale è particolarmente importante. Nonostante la situazione complicata e i rincari energetici - afferma il primo cittadino lughese - continuiamo a guardare al futuro e inseriamo nel nostro bilancio molti segni positivi per gli investimenti sotto la buona stella del Pnrr che continuo a definire una straordinaria opportunità".

"Per noi è il risultato dell'impegno messo in atto per intercettare al meglio i fondi per la Lugo del futuro. Oltre ai 5 milioni che già abbiamo messo a bilancio, abbiamo recentemente ottenuto 3 milioni per una nuova scuola dell'infanzia. Non solo - prosegue Ranalli - il Comune ha ricevuto risorse per le progettazioni sia di questa scuola che dell'Auditorium e del ponte della Pungéla, interventi nel segno della rigenerazione urbana in centro e nelle frazioni. Altre risorse, 525 mila euro, sono arrivate da un fondo che il Governo ha stanziato appositamente per l'aumento delle materie prime. Numeri che dobbiamo salutare con soddisfazione e anche con del sano orgoglio per il lavoro di questa Amministrazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi Pnrr a Lugo, votata una variazione di bilancio da 3,9 milioni di euro: "Straordinaria opportunità"

RavennaToday è in caricamento