rotate-mobile
Cronaca Faenza

Profughi afghani, il Comune di Faenza: "Offrire vie sicure di salvaguardia a chi cerca asilo"

L’amministrazione faentina auspica che l’Unione Europea e la comunità internazionale tutta vigilino sui processi in corso

Dopo la disponibilità espressa dai 9 Comuni della Bassa Romagna ad accogliere i profughi afghani, anche l'amministrazione comunale di Faenza esprime vicinanza alla popolaziona afghana - in particolar modo alla popolazione giovanile (si stima che oltre il 50% della popolazione afghana abbia meno di 20 anni) e alla popolazione femminile - nel giorno successivo all'anniversario dell’indipendenza dello Stato dell’Afghanistan (19 agosto 1919), seguendo con apprensione le cronache e gli sviluppi degli ultimi giorni.

L’amministrazione faentina auspica che l’Unione Europea e la comunità internazionale tutta vigilino sui processi in corso e offrano vie sicure e legali di salvaguardia per i cittadini afgani in cerca di asilo. Negli ultimi mesi, grazie al prezioso lavoro dell’Associazione Papa Giovanni XXIII, sono stati accolti nel territorio faentino, tramite i “corridoi umanitari”, due minori richiedenti protezione internazionale originari proprio di uno Stato dell’Asia centrale. Una testimonianza concreta e simbolica della convinzione che pace e dialogo siano perseguibili anche grazie all’impegno degli enti locali e delle loro comunità. Convinzione che, in queste giornate così difficili per il popolo afgano, l’amministrazione sente il dovere e la necessità di ribadire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi afghani, il Comune di Faenza: "Offrire vie sicure di salvaguardia a chi cerca asilo"

RavennaToday è in caricamento