menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Qualità della vita, Ravenna balza in avanti e sfiora la top ten nella classifica del Sole24Ore

La città dei mosaici spicca in classifica, quest'anno, soprattutto per quanto riguarda l’efficienza nei campi "Giustizia e sicurezza", contendendosi il primato con Ferrara per i tribunali più rapidi

Capitale della finanza, dello shopping e - da oggi - anche della Qualità della vita. È Milano la vincitrice dell’indagine 2018 sulla vivibilità delle province italiane, giunta alla 29esima edizione. Smog, traffico e scarsa sicurezza potrebbero far pensare che la prima classificata non si meriti il podio, ma i dati, messi in graduatoria su base provinciale, dicono il contrario. Il capoluogo lombardo festeggia il suo primato, inedito nell’indagine annuale del Sole 24 Ore, piazzandosi ben sette volte su 42 nei primi tre posti per le performance conseguite negli indicatori del benessere. E conquista così lo scettro di provincia più vivibile d’Italia, dopo averlo sfiorato per quattro volte, fermandosi al secondo posto nel 2003 e 2004 e poi nel 2015 e nel 2016.

Buone notizie anche per Ravenna che, rispetto allo scorso anno, guadagna ben 12 posizioni piazzandosi nell'11esima casella, a un soffio dalla top ten. La città dei mosaici spicca in classifica, quest'anno, soprattutto per quanto riguarda l’efficienza nei campi "Giustizia e sicurezza", contendendosi il primato con Ferrara per i tribunali più rapidi. Nicola Sbrizzi, Direttore Generale del Gruppo Bancario privato e indipendente La Cassa di Ravenna, in merito alla graduatoria esprime soddisfazione per il risultato conseguito da Ravenna, che appare in diversi indicatori nelle prime posizioni e al sesto posto assoluto nell’indicatore impieghi (cioè prestiti) su depositi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento