Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Da Ravenna a Cesenatico per rapinare le prostitute: impiegato finisce in carcere

Le indagini dell'Arma di Cesenatico proseguono. Gli investigatori non escludono infatti che lo stesso possa aver commesso altre simili rapine

Da Ravenna a Cesenatico per rapinare le prostitute in strada. Al termine di un'articolata indagine, coordinata dal pubblico ministero della Procura di Forlì Laura Brunelli, i Carabinieri dell'Aliquota Operativa della Compagnia cesenaticense hanno assicurato alla giustizia un impiegato ravennate trentenne. Su disposizione del giudice per le indagini preliminari di Forlì Giorgio Di Giorgio è stato associato al carcere di Port'Aurea con le accuse di rapina aggravata e lesioni personali. Gli investigatori non escludono che lo stesso possa aver commesso altre simili rapine.

LA PRIMA RAPINA – Il primo episodio si è consumato nella nottata tra il 30 e il 31 luglio, intorno all'una, a Cesenatico. Il giovane, al volante di una vecchia “Fiat Punto” grigia, ha avvicinato una prostituta romena di 22 anni con la scusa di contrattare una prestazione sessuale. Ad un certo punto l'ha minacciata con un coltello da cucina, puntando la lama alla gola. La malcapitata è stata quindi rapinata della borsa all'interno della quale vi erano effetti personali, un telefonino e 300 euro in contanti.

continua nella pagina successiva ====>

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Ravenna a Cesenatico per rapinare le prostitute: impiegato finisce in carcere

RavennaToday è in caricamento