rotate-mobile
Cronaca

Gli automobilisti non rinunciano al cellullare: 140 sanzioni dall'inizio dell'anno

Dall’inizio dell’anno le sanzioni complessivamente contestate per tale tipologia di illecito dagli appartenenti alla Vigilanza di Quartiere della Polizia Municipale sono circa 140

Servizi mirati, finalizzati a contrastare e reprimere le più pericolose violazioni al codice della strada, sono state attuati giovedì dalla Polizia Municipale di Ravenna, lungo alcune tra le principali arterie stradali del territorio comunale, quali viale Randi, Statale 16 Adriatica, Faentina, Pertini e Saragat. Più in particolare i controlli si sono concentrati sulla cattiva consuetudine da parte di molti automobilisti di telefonare alla guida senza far uso dell’auricolare o utilizzare altri strumenti ormai di uso comune quali tablet o smartphone.

Nella sola giornata di giovedì sono sette i conducenti multati per tale irregolarità, dagli agenti della Vigilanza di Quartiere – Ufficio Emergenza e Sicurezza Stradale. Si tratta di due donne e cinque uomini, di età compresa tra i 23 e i 79 anni, tutti residenti nella Provincia di Ravenna. “E’ ormai noto come la distrazione al volante - spiega il Comando - stia diventando una tra le cause primarie di incidenti con conseguenze, spesso, tragiche. Distogliere gli occhi dalla strada, anche se per pochi secondi, deconcentra il guidatore, con ovvie ripercussioni sulla sicurezza stradale”.

L’articolo 173 del Codice della strada recita: "È vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore, fatta eccezione per i conducenti dei veicoli delle Forze armate e dei Corpi e di polizia. È consentito l'uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare (che non richiedono per il loro funzionamento l'uso delle mani) purché il conducente abbia adeguate capacità uditive ad entrambe le orecchie". La sanzione prevista è pari a circa 160 euro con decurtazione di 5 punti e scatta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso automobilista compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio. Dall’inizio dell’anno le sanzioni complessivamente contestate per tale tipologia di illecito dagli appartenenti alla Vigilanza di Quartiere della Polizia Municipale sono circa 140.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli automobilisti non rinunciano al cellullare: 140 sanzioni dall'inizio dell'anno

RavennaToday è in caricamento