Cronaca

Sanità innovativa: interventi odontoiatrici su una "bocca virtuale" per ridurre il dolore

Dopo la prima impronta, non ci si confronta più con un modellino fisico di bocca (come accade oggi) ma si lavora direttamente su una bocca virtuale

La Clinica Dentale Santa Teresa, struttura nel campo dell’odontoiatria nata a Ravenna nel 2014, prosegue la sua attività di sviluppo in termini di applicazione del concetto di industria 4.0 in odontoiatria che già da tempo si esplica, ad esempio, utilizzando il sistema integrato “Cerec-Galileos” per elaborare diagnosi in 3D, e che lo scorso anno ha portato all’apertura di un nuovo laboratorio dentale - con macchinari all’avanguardia e di due fresatori di microprecisione - in via De Gasperi, esattamente di fronte alla sede della Clinica.

L’ultima novità in questa logica di sviluppo è la presentazione di un brevetto, denominato “Magic Box” ed elaborato dai medici della Clinica, guidati dal fondatore e direttore sanitario Fabio Fusconi. L’innovativo sistema nasce dall’esigenza di essere il più precisi possibile nel produrre i nuovi denti prima di eseguire l’intervento, partendo dalle lastre e dalle impronte effettuate sui pazienti. E’ stato allora ideato e messo a punto un procedimento per cui, dopo la prima impronta, non ci si confronta più con un modellino fisico di bocca (come accade oggi) ma si lavora direttamente su una bocca virtuale, grazie a un lavoro di integrazione di elementi già utilizzati, ma che oggi vengono messi a sistema in maniera organica e completa.

“La “Magic Box” permette dunque due vantaggi di enorme rilievo – spiega Fusconi - da un lato velocizza ulteriormente i tempi necessari per un intervento completo; dall’altro permette all’operazione di essere praticamente indolore, ovviamente con grande gradimento da parte del paziente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità innovativa: interventi odontoiatrici su una "bocca virtuale" per ridurre il dolore

RavennaToday è in caricamento