Servizi Demografici, Bagnacavallo racconta la sua esperienza a Graz

Tra gli altri progetti dell'Agenda Digitale Italiana è già in corso la realizzazione della carta d'identità elettronica e del domicilio digitale, che daranno modo all'Italia di allinearsi agli standard europei quanto a digitalizzazione della pubblica amministrazione.

Prosegue l'impegno del Comune di Bagnacavallo quale ente pilota, assieme a Cesena, nella sperimentazione dell'Anpr, l'Anagrafe nazionale della popolazione residente. Il responsabile dei Servizi Demografici del Comune, Romano Minardi, sarà infatti da mercoledì a venerdì a Graz, in Austria, per uno scambio di informazioni ed esperienze grazie a un progetto che coinvolge le due nazioni e le rispettive associazioni dei Servizi Demografici.

Della delegazione italiana faranno parte, assieme a Romano Minardi, il presidente dell'Anusca Paride Gullini, il direttore dello Sportello Unico del Comune di Cesena Alessandro Francioni e la responsabile dell'Informatica del Comune di Anzola nell'Emilia Patrizia Saggini. Durante gli incontri in programma, i colleghi austriaci parleranno della loro Anagrafe nazionale, già operativa, e delle varie sezioni di cui si compone e illustreranno poi il sistema di e-government della città di Graz. Il presidente dell'Anusca e i referenti dei Comuni pilota esporranno invece la situazione italiana della sperimentazione dell'Anagrafe nazionale della popolazione residente ampliata allo Stato civile e alla Leva e il ruolo di supporto dell'Anusca all'Agenzia per l'Italia Digitale (Agid) e al Ministero dell'Interno.

Con l'Anpr si realizzerà infatti un'unica banca dati con le informazioni anagrafiche della popolazione residente a cui faranno riferimento non soltanto i Comuni, ma l'intera pubblica amministrazione e tutti coloro che sono interessati ai dati anagrafici, in particolare i gestori di pubblici servizi. Protagonisti del progetto, oltre ai Comuni, sono il Ministero dell'Interno, Agid, Istat, Anci e Sogei in qualità di partner tecnologico.
I dati dell'Anagrafe comunale di Bagnacavallo sono subentrati nell'Anpr a dicembre e si sta tuttora testando il sistema informatico di gestione di iscrizioni, cancellazioni e variazioni anagrafiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Avvalendosi dell'esperienza di Bagnacavallo e Cesena, gli altri ventitré Comuni pilota in Italia (tra i quali Faenza) stanno portando avanti la sperimentazione su scale demografiche diverse. È previsto che gran parte dei Comuni italiani subentri poi nell'Anpr entro il 2016. I certificati e le visure anagrafiche potranno essere richiesti dai cittadini in qualsiasi Comune e non soltanto presso quello di residenza. Tra gli altri progetti dell'Agenda Digitale Italiana è già in corso la realizzazione della carta d'identità elettronica e del domicilio digitale, che daranno modo all'Italia di allinearsi agli standard europei quanto a digitalizzazione della pubblica amministrazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un altro studente positivo a scuola: classe in quarantena

  • Si parte in anticipo coi vaccini antinfluenzali: gratis sopra i 60 anni

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, due positivi a scuola: quarantena per alunni e docenti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento