"Il solito schifoso parcheggiatore abusivo". E la poliziotta finisce nei guai

Lo sfogo rabbioso era stato pubblicato qualche giorno fa sul profilo Facebook Ravenna Sicura. L'agente è stata richiamata dal questore.

“Il solito schifoso parcheggiatore”. Una frase scritta sul profilo Facebook del gruppo Ravenna Sicura, tutta in maiuscolo, che nella consuetudine del web equivale a gridare. Una frase rabbiosa, che sarebbe stato derubricato a uno sfogo con toni razzisti se a scriverlo fosse stato un comune cittadino. Ma l’autrice del post era, invece, un’agente della Polizia di Stato. Che per quel post incauto è stata richiamata dal questore. La notizia - oggi sul Resto del Carlino – riporta il post completo, pubblicato nel pomeriggio di martedì, che poi è stato eliminato dalla pagina Ravenna Sicura.

Questo il testo: “Senso di inutilità e impotenza. Poco fa mi sono sentita inutile come cittadina e anche come poliziotta. Piazza Baracca: tento di parcheggiare la mia auto privata e mi trovo il solito schifoso parcheggiatore abusivo dietro il culo della macchina a voler dirigere le mie manovre. Tiro giù il finestrino e al limite della mia pazienza gli dico poco gentilmente: “Ti togli dal cavolo e mia fai parcheggiare?!?”. Il posto prosegue con la poliziotta che minaccia di chiamare i colleghe e il parcheggiatore che avrebbe risposto: “Tanto non mi fanno niente”. “E c’ha pure ragione quello – continua il post -. Questi puzzoni mantenuti a cui tutto è permesso dalla nostra amministrazione comunale”. L’agente è stata richiamata dal questore ed è stato aperto un procedimento disciplinare. Al momento si trova in ferie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il post sarebbe stato eliminato, fa sapere l'amministratore del gruppo, da Facebook stesso: "Vi informo ufficialmente che né io né i moderatori del gruppo hanno segnalato o rimosso il post, non ho ricevuto alcuna segnalazione per quello che ha scritto pertanto la decisione è stata solamente di Facebook e non mia. Mi dispiace per l'accaduto ma credetemi che io non c'entro nulla. C. ha scritto delle riflessioni giuste a mio parere e sto anche io con lei come moltissimi utenti però rispettiamo l'opinione di tutti. Per un po ho inserito l'approvazione dei post degli utenti onde evitare commenti ridondanti e ripetitivi. Cerchiamo come sempre di non cadere nel ridicolo, nell'incitazione alla violenza o commenti a sfondo politico perché come ho scritto nelle regole di buon comportamento è per una buona "convivenza" e rispetto di ogni idea altrui che si continua a segnalare civilmente senza insultarsi. Grazie".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Travolto mentre attraversa in pieno centro: portato in ospedale in elicottero

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento