Cronaca

"Il solito schifoso parcheggiatore abusivo". E la poliziotta finisce nei guai

Lo sfogo rabbioso era stato pubblicato qualche giorno fa sul profilo Facebook Ravenna Sicura. L'agente è stata richiamata dal questore.

“Il solito schifoso parcheggiatore”. Una frase scritta sul profilo Facebook del gruppo Ravenna Sicura, tutta in maiuscolo, che nella consuetudine del web equivale a gridare. Una frase rabbiosa, che sarebbe stato derubricato a uno sfogo con toni razzisti se a scriverlo fosse stato un comune cittadino. Ma l’autrice del post era, invece, un’agente della Polizia di Stato. Che per quel post incauto è stata richiamata dal questore. La notizia - oggi sul Resto del Carlino – riporta il post completo, pubblicato nel pomeriggio di martedì, che poi è stato eliminato dalla pagina Ravenna Sicura.

Questo il testo: “Senso di inutilità e impotenza. Poco fa mi sono sentita inutile come cittadina e anche come poliziotta. Piazza Baracca: tento di parcheggiare la mia auto privata e mi trovo il solito schifoso parcheggiatore abusivo dietro il culo della macchina a voler dirigere le mie manovre. Tiro giù il finestrino e al limite della mia pazienza gli dico poco gentilmente: “Ti togli dal cavolo e mia fai parcheggiare?!?”. Il posto prosegue con la poliziotta che minaccia di chiamare i colleghe e il parcheggiatore che avrebbe risposto: “Tanto non mi fanno niente”. “E c’ha pure ragione quello – continua il post -. Questi puzzoni mantenuti a cui tutto è permesso dalla nostra amministrazione comunale”. L’agente è stata richiamata dal questore ed è stato aperto un procedimento disciplinare. Al momento si trova in ferie.

Il post sarebbe stato eliminato, fa sapere l'amministratore del gruppo, da Facebook stesso: "Vi informo ufficialmente che né io né i moderatori del gruppo hanno segnalato o rimosso il post, non ho ricevuto alcuna segnalazione per quello che ha scritto pertanto la decisione è stata solamente di Facebook e non mia. Mi dispiace per l'accaduto ma credetemi che io non c'entro nulla. C. ha scritto delle riflessioni giuste a mio parere e sto anche io con lei come moltissimi utenti però rispettiamo l'opinione di tutti. Per un po ho inserito l'approvazione dei post degli utenti onde evitare commenti ridondanti e ripetitivi. Cerchiamo come sempre di non cadere nel ridicolo, nell'incitazione alla violenza o commenti a sfondo politico perché come ho scritto nelle regole di buon comportamento è per una buona "convivenza" e rispetto di ogni idea altrui che si continua a segnalare civilmente senza insultarsi. Grazie".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il solito schifoso parcheggiatore abusivo". E la poliziotta finisce nei guai

RavennaToday è in caricamento