menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si alza il sipario sul nuovo Palazzetto, il sindaco: "Non sarà San Siro, ma saremo pronti per i grandi eventi"

Presentato il progetto definitivo, un'opera da 15 milioni e mezzo di euro che dovrebbe vedere la luce nel 2021: la città si prepara così a Omc, Ravenna Festival e al grande sport, ma anche a eventi e concerti

L'amministrazione comunale alza il sipario sul nuovo Palazzetto, la "Città delle arti e dello sport", la struttura polivalente che sorgerà nell’area del Pala De Andrè. Un'opera da 15 milioni e mezzo di euro. "Sarà una struttura polivalente", esordisce l'assessore allo Sport Roberto Fagnani. Un gioiellino da 6mila posti a sedere (disponibili per basket e volley) in grado di ospitare non solo manifestazioni sportive ma anche i grandi eventi che Ravenna si prepara ad accogliere. In particolare il complesso assicurerà una capienza complessiva di circa novemila posti suddivisi nelle due distinte strutture (Pala De Andrè tremila, nuova struttura polivalente seimila).

M.A.(5)-2-3

Foto Massimo Argnani

Nei prossimi giorni verrà approvato in giunta il progetto definitivo del nuovo impianto, che consentirà l'avvio delle procedure d’appalto entro la fine dell'anno e l'avvio dei lavori nell’estate 2019. Anche Regione e Camera di commercio hanno contribuito in maniera significativa al finanziamento della struttura. L'assessore Fagnani parla di "un cambiamento culturale" sottolinenado come "prima sullo sport si tagliava, oggi si investe perché investire sullo sport significa investire sul futuro dei giovani". Con il nuovo Palazzetto Ravenna si prepara ad ospitare i grandi eventi come l'Omc (Offshore mediterranean conference), Ravenna Festival e lo sport delle squadre cittadine, i tre pilastri sui quali "si fonda" la nuova struttura.  

"Il dibattito sulla necessità della nuova infrastruttura è aperto da tempo - spiega il sindaco Michele De Pascale - tornava quando non riuscivamo ad attirare una manifestazione, quando gli spettacoli di Ravenna festival facevamo il tutto esaurito in pochi minuti, quando le stagioni sportive si intersecavano tra loro o con gli eventi, una città perennemente in lotta tra ambiti che invece dovrebbero essere in armonia - sport, cultura, turismo". "Non è stata una decisione presa a cuor leggero - prosegue De Pascale - quando la Camera di commercio ci ha detto di essere interessata a essere nostra partner e quando la Regione ha messo lo sport al centro delle sue politiche, abbiamo deciso di affrontare un investimento così importante pensando ai bisogni della città, con 6 milioni già arrivati e altri ne arriveranno con il bando per la sponsorizzazione. Col nuovo palazzetto non ci sono più limiti per ospitare eventi, manifestazioni di ogni tipo e raggiungere qualunque serie per le squadre della nostra città".

Come sarà e cosa troveremo nel nuovo Palazzetto

Il nuovo impianto sarà affiancato da due grandi palestre per lo sport di base - oltre a quella della scuola di Lido Adriano in costruzione. "Non sarà San Siro e non ospiteremo i Coldplay - conclude il sindaco - ma raggiungeremo un numero di paganti di tutto rispetto. Anche in termini d'acustica passiamo da uno dei peggiori contenitori a uno dei migliori; lo stesso per quanto riguarda il risparmio energetico e la sostenibilità". La Camera di commercio di Ravenna nell’ambito dell’accordo sottoscritto, si impegna a stanziare tre milioni di euro per la realizzazione dell’intervento. Il presidente Natalino Gigante è visibilmente soddisfatto: "All'inizio eravamo timorosi, ma coscienti di avere una necessità di dare una risposta alla realtà provinciale in termini sportivi, fieristici, culturali. Dal 2021 l'Omc vogliamo realizzarlo nel nuovo palazzetto, il nostro obiettivo è questo".

Una volta ultimata la realizzazione e assegnata la gestione della Città delle arti e dello sport mediante un bando pubblico, verrà costituito un Comitato di indirizzo che sovraintenderà allo sviluppo alle attività. Tale comitato sarà composto da rappresentanti del Comune  e della Camera di commercio, oltre a eventuali altri partecipanti sulla base di un accordo tra le parti. I due milioni di euro annunciati nei giorni scorsi, che arriveranno dallo Stato, si aggiungono al milione di euro finanziato lo scorso luglio  dalla Regione e ai  3 milioni provenienti dalla Camera di Commercio a seguito di uno specifico accordo sottoscritto con il Comune. Si tratta di sei milioni di euro complessivi che concorrono alla realizzazione di un’infrastruttura polivalente il cui costo ammonta a 15 milioni 500 mila euro, oltre a interventi per la sistemazione dell’area esterna e per le attrezzature e forniture sportive. 

Si tratta dunque di sei milioni di euro complessivi che concorrono alla realizzazione di un’infrastruttura il cui costo ammonta a 15 milioni 500 mila euro, oltre a interventi per la sistemazione dell’area esterna e per le attrezzature e forniture sportive. Inoltre successivamente verrà emesso un bando per l’individuazione di un main sponsor dal quale sono attese ulteriori risorse. 

"Abbiamo rimesso lo sport al centro delle politiche regionali, - spiega il presidente della Regione Stefano Bonaccini - anche sostenendo l'attività motoria che aiuta la prevenzione di malattie come l'obesità. Il progetto del palazzetto ha raggiunto il massimale del bando di finanziamenti di impianti sportivi, uno dei progetti più virtuosi, se dovessero servire altri soldi la Regione farà la sua parte. Abbiamo bisogno di impiantistica polivalente nella nostra Regione. Immagino eventi di turismo del wellness e turismo culturale, per amplificare le opportunità di arrivo e di presenze, un volano e un valore aggiungo per il territorio".

"La parola d'ordine era polifunzionalità - evidenzia l'ingegnere Massimo Camprini - entro novembre verrà approvato il progetto definitivo e pubblicato il bando di gara, a fine primavera 2019 ci sarà l'inizio dei lavori. Entro marzo 2021 il nuovo Palazzetto dovrebbe essere pronto". Un'opera che interesserà una superficie coperta di 8.650 mq, oltre 5mila posti a sedere per spettacoli e concerti, oltre 6mila per basket e volley.  "Per quanto riguarda i parcheggi si supereranno i 3000 posti auto tra pubblici e privati ad uso pubblico, numero idoneo anche in uso contemporaneo delle due strutture".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento