rotate-mobile
Cronaca

Sopralluogo di Ravenna Punto a Capo : "Nessuna traccia di daini, solo cacciatori"

Domenica mattina i rappresentanti di Ravenna Punto a Capo si sono recati presso la Pineta di Ravenna per capire questa grave situazione di daini segnalati dalla Provincia

Domenica mattina i rappresentanti di  Ravenna Punto a Capo si sono recati presso la Pineta di Ravenna per capire questa grave situazione di daini segnalati dalla Provincia. "Abbiamo camminato per il sentiero detto "le querce" e nei sentieri laterali. La situazione è in effetti pericolosa, ma non per la presenza di animali a 4 zampe, ma per gli spari dei cacciatori che sono ovunque. Nella zona dove i daini vanno a dormire abbiamo trovato solo cartucce e nessuna traccia (nè impronte nè escrementi) di daini, come invece avevamo trovato due anni fa", scrivono in una nota.  

"I cacciatori girano con i cani non al guinzaglio ed erano anche in zone con cartello "zona di rifugio-divieto di caccia". Abbiamo incontrato persone a passeggio, altre in bicicletta ed abbiamo chiesto loro se avevano incontrato i branchi di daini. Su tutti quelli ai quali abbiamo chiesto, solo un gruppo di 3 ciclisti che frequentano la pineta sempre, ci hanno risposto che in due anni hanno visto una sola volta un daino, alcune lepri e molti fagiani. Il sottobosco l'abbiamo trovato ancora intatto, ma quello che mancava totalmente questa volta erano, appunto, le tracce dei daini. Questo ci pone il dubbio che i daini siano già stati cacciati in precedenza a quest'autorizzazione della Provincia, forse "calata" per giustificare le conseguenze. Ad ogni modo il 2 novembre (data ufficiale dell'inizio della mattanza dei daini) saremo nella pineta per porci fra i cacciatori e i daini così come avevamo già scritto, il problema sarà trovare i daini", conclude l'associazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopralluogo di Ravenna Punto a Capo : "Nessuna traccia di daini, solo cacciatori"

RavennaToday è in caricamento