La truffa corre via telefono: 68enne arriva in vacanza e sporge denuncia

La donna ha formalizzato deuncia, facendo attivare le indagini dei Carabinieri.

68enne parmense vittima di una truffa. La donna ha sporto denuncia ai Carabinieri di Milano Marittima, spiegando che la vigilia di Ferragosto aveva ricevuto una telefonata sul proprio cellulare da parte di un sedicente operatore telefonico che le chiedeva le generalità, assicurandola che serviva per evitare clonazioni delle schede telefoniche finalizzate a sottrarre il credito, quindi una sul telefono fisso di casa da un sedicente dipendente comunale di Parma che doveva notificarle una contravvenzione al codice della strada. In entrambi i casi la donna non abboccava e, interrotta la conversazione, ha telefonato immediatamente al Comune avendo conferma che le notifiche non si fanno per telefono.

Tra il 16 ed il 18 agosto sono cominciati i problemi con la scheda telefonica, che hanno costretto la donna a rivolgersi ad un negozio di telefonia per riattivare ben tre volte lo stesso numero. Martedì la parmense, giunta in vacanza nella riviera romagnola, è stata informata dalla sua banca di alcune operazioni sospette, che si erano concluse con la disposizione di versamento di alcune decine migliaia di euro a favore di un conto corrente a lei sconosciuto. La donna ha formalizzato deuncia, facendo attivare le indagini dei Carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli uomini dell'Arma raccomandano di non abbassare la guardia:" le truffe, specie quelle in danno di anziani, sono reati odiosi che colpiscono persone vulnerabili anche nelle loro case e spesso facendo leva sugli affetti più cari. Una delle conseguenze peggiori di queste truffe è il sentimento di sconforto e prostrazione che coglie la vittima dopo il raggiro. Segnalate anche il minimo sospetto al numero di Pronto Intervento “112” perché ci sono persone pronte ad ascoltarvi. Oggi i truffatori non sono più singole persone che operano sporadicamente ed in modo dilettantesco, ma vere e proprie organizzazioni con ramificazioni in tutta Italia e anche all'estero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Il coronavirus fa un'altra vittima. "Mascherina sulla bocca e testa sulle spalle"

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Coronavirus, la nuova fotografia dei contagiati: undici sono in isolamento domiciliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento