rotate-mobile
Cronaca Faenza

Una troupe del Giappone a Faenza per girare una serie sulla lingua italiana

Faenza è stata scelta tra le città nelle quali girare la puntata a seguito dei contatti tra la ceramista e scrittrice Miho Okai e l’assessora al Turismo Federica Rosetti, che si è attivata per organizzare le riprese in alcune location della città

Nei giorni scorsi una troupe della televisione del Giappone ha fatto tappa a Faenza per girare ‘L’italiano che affascina’, serie dedicata alla lingua italiana una delle lingue insegnate nelle scuole del paese orientale. Faenza è stata scelta tra le città nelle quali girare la puntata a seguito dei contatti tra la ceramista e scrittrice Miho Okai e l’assessora al Turismo Federica Rosetti, che si è attivata per organizzare le riprese in alcune location della città.

Tra gli attori protagonisti delle scene faentine anche Cleo Ciammei e Matilde Visani, coinvolte dall’associazione culturale Fatti d’Arte e Lorenzo Santandrea, figlio di Miho Okai, non nuovo a piccole interpretazioni televisive. ‘L’italiano che affascina’ è una trasmissione dedicata all’utilizzo pratico della lingua italiana in alcune situazioni-tipo e la messa in onda dovrebbe avvenire nei canali nipponici nel mese di aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una troupe del Giappone a Faenza per girare una serie sulla lingua italiana

RavennaToday è in caricamento