rotate-mobile
Martedì, 3 Ottobre 2023
Politica

Alluvione, Margotti (Pd): "Cittadini e aziende hanno bisogno di risposte immediate dal governo"

In queste settimane, il Partito Democratico di Ravenna ha organizzato diversi incontri nei circoli del Pd per capire le esigenze e le difficoltà dei cittadini colpiti dall’alluvione di maggio scorso

In queste settimane, il Partito Democratico di Ravenna ha organizzato diversi incontri nei circoli del Pd per capire le esigenze e le difficoltà dei cittadini colpiti dall’alluvione di maggio scorso. Il segretario cittadino Lorenzo Margotti e l’onorevole Ouidad Bakkali si sono recati nelle frazioni per ascoltare le necessità della popolazione. La deputata ha riportato lo stato di avanzamento del decreto in esame in questi giorni alla Camera.

"Gli esperti hanno fornito ampia dimostrazione che la quantità di pioggia caduta sull’Emilia-Romagna nel mese di maggio è stata eccezionale - ha dichiarato Margotti - Le precipitazioni di pochi giorni sono state pari alla pioggia che abitualmente cade in sei mesi. Si può quindi certamente affermare che il nostro territorio non era preparato ad affrontare una situazione del genere, mai avvenuta e imprevedibile. La nostra amministrazione è stata in grado di mettere in sicurezza i cittadini e l’allontanamento dalle abitazioni è avvenuto in modo preventivo grazie ad un efficace sistema d’allerta. Tuttavia alcuni cittadini hanno perso tutto ciò che avevano in casa, compresi i ricordi di un’intera esistenza. Ci sono poi tante imprese che faticano a riprendere l’attività a causa degli ingenti danni subiti. Per molte famiglie il danno procurato dall’alluvione ha significato la perdita degli oggetti di base per la vita quotidiana o la distruzione delle attività produttive e ora si apre una fase di preoccupazioni serie. Una parte della popolazione ha subito uno sconvolgimento della propria vita".

"Vi sono aspetti positivi come la capacità di mobilitarsi di centinaia di ragazze e ragazzi che, con grande generosità, hanno dato il loro apporto nelle attività di pulitura delle case, di assistenza alle persone in difficoltà - continua Margotti - Ora che gli interventi immediati sono stati compiuti, però, è stata consegnata una stima dei danni di 8,8 miliardi esclusi quelli indiretti ma ne servono subito 1,8 per fare interventi urgenti come arginare le frane, rimettere a posto gli argini dei fiumi, recuperare e riaprire una parte di strade entro l’autunno. I cittadini e le aziende ci chiedono di poter procedere da subito alla presentazione della richiesta dei contributi e di avere i primi rimborsi per i danni subiti dalle abitazioni. Il punto cruciale resta sempre la nomina del commissario, è urgente. Il governo deve programmare in fretta risorse per la popolazione alluvionata, per le opere sul territorio e deve nominare immediatamente il commissario per la ricostruzione. Ci sono persone che hanno perso tutto e un territorio che ha bisogno di azioni, non di propaganda sulla pelle della gente. Ci sono persone che chiedono risposte perché non possono farcela da soli e vogliono essere ascoltati. Serve responsabilità, spirito di collaborazione tra istituzioni e un lavoro serio che accompagni le popolazioni e le imprese, senza che nessuno sia lasciato solo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alluvione, Margotti (Pd): "Cittadini e aziende hanno bisogno di risposte immediate dal governo"

RavennaToday è in caricamento