menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, La Pigna: "De Pascale sospenda rette scuole e Tari"

"Non si possono certo attendere i tempi biblici degli interventi di Stato e Regione che, seppur doverosi, non arriverebbero in tempo per contrastare l’emergenza economica"

"In questi giorni di emergenza sanitaria, che ha portato con se una vera e propria psicosi da corona virus che sta drammaticamente impattando anche sull’economia della nostra città, chiediamo che il sindaco Michele De Pascale si prodighi immediatamente per mitigare le conseguente per imprese, famiglie e, più in generale, per i cittadini ravennati". Così il gruppo consiliare de "La Pigna". "Non si possono certo attendere i tempi biblici degli interventi di Stato e Regione che, seppur doverosi, non arriverebbero in tempo per contrastare l’emergenza economica", viene rimarcato.

"E’ innegabile come l’emergenza sanitaria e le conseguenti misure adottate dal Governo e dalle Regioni per il contenimento del contagio, stiano provocando serie ricadute economiche sulle imprese, sulle famiglie e sull’intero territorio comunale - aggiungono -. Noi ravennati della Lista Civica La Pigna siamo fortemente preoccupati e proponiamo al Sindaco de Pascale di adottare tutti i provvedimenti in suo potere. Provvedimenti ineludibili come la convocazione di un tavolo tecnico con le banche e le associazioni imprenditoriali, finalizzato a concordare nuove linee di credito agevolate per le aziende, in  primis quelle del comparto turistico, della ristorazione e del commercio, già duramente colpite dall’emergenza economica prodotta dal coronavirus in conseguenza della quale si troveranno presto in crisi di liquidità. Il tavolo dovrà, inoltre, concertare le richieste da portare ai tavoli del Governo  nazionale e della Regione Emilia Romagna".

Tra le richieste quella di "deliberare la sospensione del pagamento delle imposte comunali, la Tari, per le aziende più colpite dalla crisi; e deliberare la sospensione del pagamento delle rette delle scuole d’infanzia comunali per il periodo di chiusura delle stesse. Riteniamo che tali misure debbano essere adottate quanto prima e ci auguriamo che il Sindaco de Pascale e la sua Giunta si prodighino per rispondere in tempo utile, una volta tanto, alle esigenze dei ravennati". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento