Elezioni amministrative, le proposte di Faenza Cresce a sostegno delle famiglie

"Le persone esprimono bisogni e necessitano di diverse tipologie di sostegno che possono e devono essere intercettati, compresi e risolti da una amministrazione attenta e orientata alla tutela della propria comunità"

Faenza Cresce sostiene fermamente che "le persone esprimono bisogni e necessitano di diverse tipologie di sostegno che possono e devono essere intercettati, compresi e risolti da una amministrazione attenta e orientata alla tutela della propria comunità". Livia Bertocchi, welfare community manager di professione e candidata al Consiglio Comunale per Faenza Cresce, esprime così il punto di vista della lista sul tema del sostegno alle famiglie: “Vogliamo prenderci cura del nostro territorio, dei suoi abitanti e del suo futuro. È per questo che ci impegniamo a promuovere nuove misure di conciliazione tra vita e lavoro che consentano a tutti i futuri genitori di poter serenamente progettare la crescita della propria famiglia. Il nostro territorio deve continuare a crescere demograficamente per assicurare uno scambio intergenerazionale locale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Faenza Cresce crede che le azioni da mettere in campo debbano necessariamente coinvolgere attivamente i cittadini, favorendo l’ascolto e il supporto e la circolarità di informazioni su modalità di accesso, partecipazione e adesione alle misure di conciliazione vita-lavoro.Tra gli obiettivi fondamentali, inoltre, la necessità di intercettare i bisogni in modo da poter garantire il mantenimento di una continua inclusione lavorativa, sociale ed economica delle famiglie. “Proponiamo – prosegue Bertocchi – nuove modalità di progettazione tra pubblico, privato e Terzo Settore che possano essere il punto di riferimento per forme di condivisione, inclusione e confronto coinvolgendo, quali parti attive, anche le imprese locali per aumentare i servizi di welfare a favore delle persone. Sosteniamo la necessità di assicurare l’accesso ai servizi di asilo nido a tutti coloro che ne facciano richiesta, garantendo nuovi spazi di socializzazione ed educazione extra scolastici per bambini e ragazzi. Promuoviamo la rigenerazione di spazi urbani inutilizzati che possano essere trasformati in strutture per accogliere un più elevato numero di bambini e organizzare momenti di confronto che non si limitino a forme di sorveglianza in orario pre e post-scolastico, ma che diventino laboratori di condivisione e di stimolo al talento e alla creatività dei giovani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato nei boschi dopo tre giorni insieme al suo fedele cane: "Nelle ore più fredde ci scaldavamo vicini"

  • Troppi casi di Coronavirus nelle classi: chiude un'altra scuola

  • 10 alunni e 2 insegnanti positivi al Covid: la scuola chiude e fa il tampone a tutti

  • Violento tamponamento tra due camion in autostrada: traffico in tilt

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Violento schianto tra auto e moto: 18enne gravissimo in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento