Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Elezioni regionali 2020, Simone Lucchi si candida per Forza Italia

"Mi sono candidato per portare avanti alcune tematiche che mi stanno a cuore e che riguardano i diritti di tutti noi che vengono calpestati quotidianamente in questa Regione"

Simone Lucchi, 50enne artigiano residente a Cervia, si è candidato al consiglio regionale come indipendente nella lista di Forza Italia nella provincia di Ravenna. E' stato consigliere comunale per Alleanza Nazionale dal 2000 al 2003 e referenze cervese per l'Unione di centro dal 2003 al 2014. Negli anni '90 è stato consigliere comunale e provinciale della Confesercenti, dal 2014 fondatore e segretario della Associazione Culturale Genitori Per Sempre che si occupa di promuovere e tutelare i diritti dei bambini

"Mi sono candidato per portare avanti alcune tematiche che mi stanno a cuore e che riguardano i diritti di tutti noi che vengono calpestati quotidianamente in questa Regione - spiega il candidato consigliere - Un impegno che mi sento in dovere di prendere con i miei concittadini è quello di garantire il diritto allo studio dei nostri figli, in particolare verso le migliaia di studenti con Difficoltà Specifiche di Apprendimento (DSA F81) . Nella nostra Regione uno studente arriva ad aspettare dai 12 ai 18 mesi per ottenere una certificazione delle sue DSA e nel frattempo vive con disagio psichico ed emotivo la sua frequentazione scolastica non potendo ottenere un Piano Didattico Personalizzato (PDP) e quindi non può ottenere ne azioni dispensative ne essere autorizzato ad utilizzare strumenti compensativi. Gli studenti con DSA nella nostra Regione sono circa 40.000 (dati MIUR riguardanti l’anno scolastico 2018\2019) rappresentando circa il 5% della popolazione scolastica. Per questi ragazzi e le loro famiglie attualmente la Regione governata da Bonaccini non prevede un contributo di accompagnamento per tutti il periodo scolastico e si limita solo ad un contributo “una tantum” per l’acquisto di strumenti compensativi. Questi studenti necessitano di aiuti e sostegni didattici anche e soprattutto extrascolastici e sono costi a carico esclusivamente delle famiglie e non tutte se lo possono permettere. Mi impegnerò affinchè anche nella nostra Regione si possa garantire il diritto allo studio a tutti i ragazzi dando un contributo di accompagnamento. Questi ragazzi meritano anche l’impegno a favorire la diffusione di doposcuola dedicati a loro  e occorre istituire in ogni scuola di ogni ordine e grado uno “sportello di ascolto DSA” al fine di accompagnare gli studenti nel loro cammino scolastico, di aiutare docenti e le famiglie a dialogare e soprattutto per abbattere cavilli burocratici e lungaggini che ritardano la stesura dei PDP".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni regionali 2020, Simone Lucchi si candida per Forza Italia

RavennaToday è in caricamento