Minichini (LpRa): "Ravenna, il meridione del sistema ferroviario italiano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

"Ciò che più mi stupisce in questi giorni è sentir dire a Ministri, sottosegretari e funzionari, che il mono binario è sicuro come quello doppio, è solo questione di elettronica. Che la linea Andria-Corato, in se non era pericolosa. Sarà per questo motivo che la maggior parte del mono binario le Ferrovie Italiane l'hanno voluto sperimentare proprio attorno a Ravenna e soprattutto al suo Porto, che è l'azienda più grande della Regione.

È sufficiente dare un'occhiata alla cartina allegata per vedere il mono binario verso Rimini, verso Ferrara, pressochè verso Bologna; il nulla verso Forlì e Cesena, meno di nulla verso Venezia. Non si parli poi di Alta Velocità. Mi chiedo allora perché tra Bologna e Piacenza ci sono due linee e oltre, più l'alta velocità. Mi chiedo perché le strade non le fanno a senso unico alternato con tanta elettronica, ma continuano a costruirle, perlomeno a due corsie. Chi vogliono prendere in giro. Questo significa solo che non ci siamo fatti valere in tutti questi anni e non lo facciamo neppure ora. Significa che non esiste una progettualità, una visione di sviluppo a lungo periodo. Che per il partito di governo nazionale e regionale Bologna è la sua roccaforte, tutto va finalizzato lì, fino a scoppiare come un criceto ingordo, il resto è mancia.
 

Chiedere l'elemosina a Roma per i nostri "eroi", chiedere infrastrutture di sola apparenza come il bypass e non di sostanza come assi viari e ferrovie, sembra essere la politica di questa "nuova"giunta. Auguri! A proposito, il Ministro Del Rio ha promesso un paio di miliardi per le tratte regionali, ma solo adesso, dopo 27 morti incolpevoli: chiedere di risolvere questa anomalia di Ravenna NO? Pare dobbiamo già considerarci fortunati così, di aver portato il profondo Sud (con tanto di rispetto) al Nord. A noi, per smuovere qualcosa, ci vuole almeno un incidente chimico rilevante! Attenzione, nei nostri regionali girano le merci pericolose, a rischio molto più esplosivo per studenti e pendolari. E tutti tacciono".

Pasquale Minichini, Lista per Ravenna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento