Sabato, 19 Giugno 2021
social

Il tricolore italiano compie 224 anni: e parte del merito va a un patriota romagnolo

Secondo le fonti storiche il lughese Giuseppe Compagnoni può essere considerato il “Padre” legale della nostra bandiera

224 anni di storia e patriottismo. Nasceva il 7 gennaio 1797 il Tricolore italiano, ben prima che l'Unità fosse compiuta. E a dare il suo contributo al successo della bandiera verde, bianco e rossa c'è anche un romagnolo: Giuseppe Compagnoni. Lo ricorda l'Unuci (Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia) nel giorno dello storico anniversario.

Attraverso il volume "Il Tricolore – 200 anni" del prof. Ugo Bellocchi si scopre che: “Il 28 Dicembre 1796 ore 11 il Congresso si riunisce nuovamente in Reggio Emilia e delibera, su proposta di Giuseppe Compagnoni di Lugo, uno degli ingegni più vivaci, indottrinati e pratici dell’Assemblea, di premettere all’atto della stabilita Repubblica, una ed indivisibile, la proclamazione della libertà, indipendenza e sovranità del popolo Cispadano [...]. Giuseppe Compagnoni, l’infaticabile lughese, vi domina con la sua intelligenza, il suo impegno e la sua preparazione. Egli propone via via una serie di provvedimenti che vengono tutti e subito approvati”.

Lo stesso Compagnoni chiede anche "che lo Stemma della Repubblica sia innalzato in tutti quei Luoghi, nei quali è solito, che si tenga lo Stemma della Sovranità" e inoltre "che si renda universale lo Stendardo, o Bandiera Cispadana di tre Colori Verde, Bianco, e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti".

Il lughese Giuseppe Compagnoni è dunque da considerarsi il “Padre” legale del nostro Tricolore, perché comprese che un’idea deve pur materializzarsi in un proprio simbolo concreto che la rappresenti, noto ed accettato da tutti; e per sua iniziativa il Tricolore divenne formalmente il simbolo di quel primo lembo d’Italia indipendente e libera, identificandosi in seguito con il concetto di indipendenza e di libertà italiana.

L’adozione del Tricolore, con l’aggiunta dello scudo sabaudo, fu poi inserito nello statuto albertino nel marzo 1848. Il vessillo dei tre colori sventolò il 17 marzo 1861 alla proclamazione del Regno d’Italia, ma solo nel 1871 la bandiera fu issata per la prima volta sulla torretta del Palazzo del Quirinale quando Roma divenne ufficialmente la capitale di una Italia finalmente unita.

Dal 1997 la data del 7 Gennaio è stata proclamata “Giornata Nazionale del Tricolore”, grazie alle iniziative dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Da allora l'Unuci di Lugo, che organizza la “Giornata del Tricolore” a Lugo, dedicata la giornata storica alla nascita del nostro tricolore e alla splendida figura del patriota e giurista Giuseppe Compagnoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tricolore italiano compie 224 anni: e parte del merito va a un patriota romagnolo

RavennaToday è in caricamento