Venerdì, 19 Luglio 2024
social Lugo

La Bassa Romagna 'conquista' la Lonely Planet: "Farà scoprire le peculiarità del nostro territorio"

La celebre guida ha dedicato un articolo alla Bassa Romagna, puntando sulla varietà dell’offerta culturale, gli itinerari naturalistici e l'originalità degli eventi

La Bassa Romagna sbarca sul sito della Lonely Planet. Sulla scia del convegno che a dicembre scorso ha portato a Bagnacavallo importanti esperti del settore turistico tra i quali Remo Carulli, redattore della celebre guida, il territorio bassoromagnolo torna protagonista grazie a un articolo inserito nella sezione "Idee per il week end". In particolare, vengono forniti ai turisti e agli amanti del viaggio alcuni spunti e curiosità sulla Bassa Romagna, puntando sulla varietà dell’offerta culturale, gli itinerari naturalistici e l'originalità degli eventi.

"È un grande orgoglio vedere la Bassa Romagna su una guida importante come la Lonely Planet, nota in tutto il mondo e che conta oltre 5 milioni di seguaci tra Facebook e Instagram - ha dichiarato Nicola Pasi, sindaco referente per il Turismo dell'Unione -. Contesti così prestigiosi ci aiutano a fare scoprire le peculiarità del nostro territorio a chi ancora non lo ha esplorato".

Tra le località messe in rilievo dalla guida c'è Bagnacavallo, definita "un vero gioiello. La sua elegantissima piazza centrale, Piazza della Libertà, ha il physique du role dei grandi salotti cittadini, il Museo Civico delle Cappuccine espone una collezione artistica per nulla banale (con quadri di pittori locali tra Cinquecento e Seicento e opere scultoree di Medardo Rosso e Manzù), la porticata Piazza Nuova evoca un’inconsueta atmosfera da Far West in salsa romagnola".

Occhi puntati anche su Lugo, la cui attrazione principale, secondo Lonely Planet "è il Pavaglione, un gigantesco quadrilatero occupato da negozi e bar, sede dal Settecento di mercati e fiere di interesse internazionale; il borgo, però, tira fuori dal cilindro anche un interessante museo dedicato all’aviatore Francesco Baracca, e la Casa-Museo Rossini, che celebra la figura del grande compositore". Non vengono dimenticate però Bagnara di Romagna, "con la maestosa Rocca Sforzesca", e Alfonsine, "con la casa natale del poeta Vincenzo Monti e il Museo della Battaglia del Senio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Bassa Romagna 'conquista' la Lonely Planet: "Farà scoprire le peculiarità del nostro territorio"
RavennaToday è in caricamento