Dopo Portimao la Scuderia AlphaTauri arriva a Imola sulle ali dell'entusiasmo

"Mi è davvero piaciuta questa gara - esclama il francese dopo l'ottimo risultato arpionato in terra portoghese -. Mi sono davvero divertito con tutte quelle battaglie ruota a ruota in pista"

La Scuderia AlphaTauri arriva all'appuntamento di casa, il Gran Premio sul tracciato di Imola, sulle ali dell'entusiasmo, dopo il brillante quinto posto conquistato da Pierre Gasly nel round di Portimao. "Mi è davvero piaciuta questa gara - esclama il francese dopo l'ottimo risultato arpionato in terra portoghese -. Mi sono davvero divertito con tutte quelle battaglie ruota a ruota in pista. Ero a mio agio con le gomme morbide e sono riuscito a gestirle bene all’inizio della gara e, quando gli altri hanno iniziato a faticare, io ho potuto spingere per superare Renault, McLaren e una Racing Point alla fine". Conclude Gasly: "Per noi, come team del gruppo centrale, questa quinta posizione dietro alle prime tre squadre, è come una piccola vittoria. Sono soddisfatto del risultato, soprattutto dopo il gran lavoro dei ragazzi in garage che venerdì sera hanno praticamente preparato una macchina nuova per me. Si sono impegnati tanto e sono davvero felice di poterli ricompensare con questo quinto posto".

Intanto l'autodromo di Imola attende disposizioni circa la presenza del pubblico dopo il nuovo dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte per arginare le norme anticovid. "Vogliamo evitare la diffusione di notizie fuorvianti per i detentori di titoli di accesso alla manifestazione in base ad interpretazioni a nostro parere eccessivamente restrittive delle recenti normative emesse dal Governo - informano dall'autodromo Enzo e Dino Ferrari -. Siamo in attesa di ricevere dalla Regione Emilia Romagna un chiaro ed inequivocabile indirizzo per poter rispondere compiutamente alle domande degli organizzatori del campionato di Formula Uno ed ai tifosi che hanno acquistato i biglietti e che sperano di assistere (come avvenuto recentissimamente a Portimao) in sicurezza allo spettacolo piú veloce del mondo. Il tutto grazie ad un sistema di controllo del distanziamento sociale sulle tribune, adottato in collaborazione con le maestranze e i professionisti del settore intrattenimento piú quotati al mondo, nonché con esperti di sanità pubblica".

"Riteniamo tuttavia residualmente che qualora il Governo e la Regione Emilia Romagna optassero per una inequivocabile conferma della misura piú restrittiva, si converrà con gli acquirenti dei biglietti della manifestazione una modalità di rimborso adeguata - viene spiegato -. Ovviamente speriamo che le istituzioni riconoscano l’opportunità di sperimentare una modalità innovativa di gestione delle tribune all’aperto con il distanziamento sociale assicurato per consentire il proseguimento di attività economiche altrimenti destinate all’estinzione, soprattutto nell’ottica di garantire un futuro a tali strutture ed alle migliaia di operatori del settore di riferimento. Si rileva a questo proposito che non sono mai stati segnalati casi di contagio a seguito della recente gestione delle tribune anche in eventi sportivi minori e di uguale importanza mediatica quali il mondiale di ciclismo, presso la struttura dell’autodromo di Imola".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento