Tre podi per gli Arcieri Bizantini a Castelfranco Emilia

Medaglia d'oro per Marcello Tozzola, argento per Angela Padovani e bronzo per Mirko Sebastian Grassi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

La recentissima entrata della Regione Emilia Romagna in “zona arancione” e le nuove disposizioni non hanno fermato i ravennati Arcieri Bizantini che domenica 15 novembre hanno preso parte all’ “8° Trofeo Del Forte” organizzato dall’ ASD Arcieri Del Forte, presso la polisportiva di Castelfranco Emilia, un ampio spazio dove hanno trovato collocazione ben 30 postazioni di tiro, permettendo il giusto distanziamento tra gli atleti, una delle maggiori criticità in questo delicato momento.

E gli Arcieri Bizantini non deludono neanche questa volta conquistando tre podi. Nella categoria master maschile OL (olimpico) Marcello Tozzola sale sul primo gradino del podio aggiudicandosi la medaglia d’oro con il punteggio di 569 (285+284). Podio anche per Mirko Sebastian Grassi, categoria allievi maschile OL che con il punteggio di 523 (269+254) si aggiudica la medaglia di bronzo. L’ultimo podio è l’argento conquistato da Angela Padovani nella categoria master femminile AN con il punteggio di 437 (211+226). Da segnalare ancora una buona prestazione di Marco Magli nella categoria senior maschile OL che si aggiudica il 5° posto con il punteggio di 556 (276+280). Piazzamenti anche per Concettina Palmiero, nella categoria senior femminile OL, 7° con 432 (226+206), e per Simone Pizzi 12° nella categoria master maschile OL con il punteggio di 511 (259+252). Particolare il podio che i bizantini hanno trovato: tre basamenti rialzati (ricoperti di stoffa) dove, un organizzatore dotato di guanti, è passato a lasciare il singolo premio che l’atleta, in tutta sicurezza, ha potuto ritirare dopo la chiamata senza dover entrare in contatto con nessuno. Un modo ingegnoso per aumentare l’efficacia dei già rigidi protocolli di sicurezza messi in essere dalla federazione Fitarco, per tutelare i propri atleti ed i componenti delle società organizzatrici degli eventi.

Torna su
RavennaToday è in caricamento