A Ussita un concerto della Banda della Brigata Folgore dopo la ricostruzione dell'ambulatorio

Il concerto è stato un ringraziamento agli amici ravennati e a tutti coloro che si sono impegnati per la donazione in favore dell’ambulatorio medico già in funzione nella località notevolmente colpita dal terremoto del 2016

Lunedì nella cittadina di Ussita (Macerata) si è tenuto il concerto della Banda della Brigata Folgore come ringraziamento agli amici ravennati e a tutti coloro che si sono impegnati per la donazione in favore dell’ambulatorio medico già in funzione nella località notevolmente colpita dal terremoto del 2016. La raccolta fondi per la ricostruzione dell’ambulatorio di Ussita è stata promossa da Rianimazione letteraria in collaborazione con il comando del Poligono Militare Foce Reno, con la Banda della Brigata Folgore e con l’ Azienda sanitaria locale ravennate nel luglio 2017.

La delegazione ravennate che si è recata ad Ussita, capitanata da Livia Santini, ha portato molti doni e la disponibilità a fornire il proprio sostegno anche in futuro. Il sindaco di Ussita, Vincenzo Marini, ha ricevuto lo stemma del reparto dal Comandante del Poligono Militare sito a Casal Borsetti, tenente colonnello Manfredi Cellamare e dal sottufficiale di Corpo luogotenente Lorenzo Merola e ha dato il benvenuto ai rappresentanti dei Comitati cittadini di Mezzano e di Villanova di Ravenna, al presidente della Pro Loco di Marina Romea Emanuele Randi, alla rappresentante dell’ Asl Patrizia Baratoni, agli artisti Andrea Bernabini e Leonardo Goni, a Massimo Cavallone e alla famiglia Grilli.

Il vicesindaco Fusignani, che non ha potuto recarsi ad Ussita, ha inviato una lettera al primo cittadino di quella cittadina rappresentando la propria emozione per la realizzazione dell’ambulatorio medico, anche con il modesto ma significativo contributo di Ravenna. “Ravenna – ha scritto infatti Fusignani -  è lieta di aver fatto la sua piccola parte in questa tragedia che ha colpito al cuore il “cuore” dell’Italia. La nostra Polizia locale è stata tra le prime a partire per le zone colpite e io stesso, nelle vesti di geometra di Protezione Civile, ho prestato servizio volontario nelle aree del comune di Visso. In questo momento di festa, che apre un piccolo spiraglio di luce nel buio della tragedia che vi ha colpito, voglio testimoniare, insieme a quella mia personale, la vicinanza del sindaco Michele de Pascale, della Giunta, del Consiglio comunale e di tutti i cittadini ravennati, portatori di una cultura di solidarietà che da sempre ci vede pronti ad aiutare chiunque ne abbia bisogno”. 

Livia Santini, responsabile di Rianimazione letteraria, ha ricordato quanto sia importante la solidarietà fra cittadini e Istituzioni e quanti abbiano contribuito a far sì che la raccolta fondi avesse successo: da Omn Officine Meccaniche Navali, al Gruppo editoriale Mauri Spagnol-Gems che ha donato libri alla biblioteca di Visso, a Mirabilandia che ha donato ingressi gratuiti ai bambini ussitani, al Leo club ravennate, alla ditta Gamberini per il trasporto, agli artisti Paolo Pizzimenti e Angela Corelli che, non potendo presenziare al concerto, hanno inviato alcune loro opere, che, insieme a quelle di Barnabini e Goni, andranno ad abbellire l’ambulatorio e a renderlo ancora più accogliente, alla famiglia Grilli che ha donato una cospicua somma in memoria del figlio Luca prematuramente scomparso. Il concerto della Banda diretta dal Maestro Tarantino ha ricordato a tutti i presenti attraverso le note dell’Inno Nazionale quanto sia importante “stringersi a coorte” aiutandosi fra cittadini, in una fratellanza che metta in campo le risorse di cui dispone in nome della solidarietà e della cooperazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ennesimo violento schianto all'incrocio pericoloso: tre giovani in ospedale

  • Gusti e sapori unici: 10 pizzerie da "provare" a Ravenna

  • Muore a 57 anni dopo un'operazione: si indaga per omicidio colposo

  • Uno sguardo dentro al nuovo Mercato Coperto: ecco come è diventata la grande 'piazza della città'

  • Finge di essere rimasta senza benzina e con in auto il bimbo: tanti passanti truffati

  • Tamponamento a catena sull'Adriatica: interviene l'elicottero, lunghe code di veicoli

Torna su
RavennaToday è in caricamento