rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Al Museo arriva il primo 'baby pit-stop' di Ravenna: uno spazio per allattare e accudire i bambini durante la visita

Lo spazio consiste in un’area gratuita e accogliente dedicata alle donne e alle famiglie in viaggio con bambini al seguito, dove è possibile occuparsi delle piccole cure necessarie ai propri figli

Martedì alle 12 viene inaugurato al Museo Nazionale di Ravenna, alla presenza della direttrice Emanuela Fiori, dell’Assessora alle politiche per le famiglie, l’infanzia e la natalità, Livia Molducci, della Presidente del Soroptimist International club di Ravenna, Antonella Gatta e della Direttrice del Comitato ravennate per l’Unicef Mirella Borghi, il primo "Baby Pit-Stop" della città. L'appuntamento fa parte dell’iniziativa avviata dal Soroptimist International e Unicef, nel più ampio programma "Insieme per l'allattamento", volto a sensibilizzare le persone sull'importanza di questo gesto. Saranno presenti anche Sara Laghi, responsabile Accoglienza turistica del Comune di Ravenna, Paola Babini in rappresentanza dell’Accademia di Belle Arti di Ravenna e le allieve dell’Accademia che hanno decorato lo spazio dedicato.

“Questo progetto ci sta particolarmente a cuore - dice la direttrice del Museo Emanuela Fiori - ed è frutto della generosità di Soroptimist International e Unicef. Rappresenta un passo importante per rendere gli spazi museali sempre più vicini a chi vuole visitare i luoghi d’arte insieme ai bambini. È un’occasione per richiamare l’attenzione dei nostri pubblici su tematiche rilevanti come l'importanza dell'allattamento, sia come bisogno primario sia come momento di crescita affettiva e culturale”.

Il Baby Pit-Stop consiste in un’area gratuita, uno spazio dedicato alle donne e a tutti i cittadini in viaggio con bambini al seguito, dove è possibile accudire, allattare, occuparsi delle piccole cure necessarie ai bambini, in un luogo accogliente. Nell’area individuata dal Museo Nazionale di Ravenna, il Soroptimist club di Ravenna ha provveduto all’allestimento con l’acquisto degli arredi idonei e la collaborazione dell’Accademia di Belle Arti per la decorazione, mentre Unicef provvederà a rifornire lo spazio con i materiali informativi per la promozione e la sensibilizzazione sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza.

baby pit stop museo-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Museo arriva il primo 'baby pit-stop' di Ravenna: uno spazio per allattare e accudire i bambini durante la visita

RavennaToday è in caricamento