Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

L'Ausl Romagna in prima linea nei trapianti di cornea

Nelle strutture ospedaliere il trapianto si effettua in diversi Ospedali e l’Unità Operativa di Oculistica di Ravenna, riferimento per l'Ausl Romagna, è fra le prime a livello regionale

In Italia si eseguono ogni anno circa cinquemila trapianti di cornea e l'Emilia Romagna si colloca tra le prime Regioni a livello nazionale. Nelle strutture ospedaliere il trapianto si effettua in diversi Ospedali e l’Unità Operativa di Oculistica di Ravenna, riferimento per l'Ausl Romagna, è fra le prime a livello regionale. "Il trapianto di cornea consiste  nella sostituzione  della parte malata della cornea   con un tessuto corneale  prelevato da un donatore - spiega l' oculista dottor Luca Avoni, già Responsabile della Banca delle Cornee dell' Emilia Romagna e ora coordinatore per l'Ausl Romagna del progetto Cornea, nell’ambito dell’Unità Operativa di Oculistica di Ravenna diretta dal dottor Domenico D’Eliseo. 

Il percorso organizzativo che sottende al trapianto di cornea è molto complesso: c’è la prima fase di  “procurement”, o prelievo, svolto da tutti gli ospedali regionali e una di “ Banking”  svolta dalla Banca cornee dell’ Emilia Romagna. Questa  raccoglie le cornee, le studia, le conserva, le certifica e le invia ai Centri trapianto che poi le impiantano sul paziente-ricevente. Nel 2015 sono stati effettuati  585 interventi di trapianto di cornea nelle strutture ospedaliere dell’Emilia Romagna. Di questi circa 200 nella sola Ausl della Romagna. Il trend di crescita è ancora più evidente nel 2016 e, anche se i dati completi non sono ancora stati elaborati, Ravenna si colloca  tra i primi Centri in Regione.

L’attività del dottor Avoni è stata determinante nel successo del Centro Trapianti di Ravenna e si è ulteriormente sviluppata nel Coordinamento delle Unità operative di Oculistica della Ausl Romagna che afferiscono al Dipartimento Testa - Collo, diretto dal professor Claudio Vicini, soprattutto nel diffondere la cultura della donazione e nell’ottica di ottimizzare l’attività di prelievo cornee in Romagna. Ora svolgerà un’azione di collaborazione con i Responsabili Distrettuali per i prelievi di organi per redigere una procedura unica che renda uniforme l’azione nei diversi ambiti.

continua nella pagina successiva ====>

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Ausl Romagna in prima linea nei trapianti di cornea

RavennaToday è in caricamento