rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Lugo

Chiude la Maria Ausiliatrice, aperto un bando staordinario per il nido: "Così azzeriamo anche le liste d'attesa"

Il sindaco Ranalli: "Si tratta di una soluzione che non darà una risposta solo all'emergenza della chiusura di Maria Ausiliatrice, ma che andrà oltre"

La giunta del Comune di Lugo ha approvato una delibera di indirizzo per mitigare l’impatto della chiusura del nido d’infanzia privato Maria Ausiliatrice dall’anno scolastico 2022-2023. Nelle scorse settimane, infatti, i gestori della scuola Maria Ausiliatrice hanno comunicato la decisione di chiudere la scuola al termine dell'anno scolastico. Le suore che la gestivano erano andate via già alcuni anni fa e la cooperativa subentrata per gestire la scuola ha issato bandiera bianca. Una decisione che ha colto di sorpresa le tante famiglie che avevano già deciso di iscrivere i propri figli all'istituto per il prossimo anno scolastico.

Il sindaco Davide Ranalli, con l'assessore alla scuola Luigi Pezzi, ha incontrato nel pomeriggio di giovedì i genitori dei bambini che frequentano il nido dell'istituto e dei futuri iscritti al prossimo anno educativo. Era presente Petra Benghi del servizio sistema integrato 0-6 dell'Unione Comuni della Bassa Romagna. Il sindaco ha illustrato ai genitori la decisione del Comune di aprire un bando straordinario per posti nido in considerazione della delicata situazione che si è venuta a determinare con la cessazione dell'attività del consorzio, comunicata ufficialmente al Comune il 26 aprile.

Sono tre le azioni che il Comune mette in campo attraverso uno stanziamento di 100mila euro che sono disponibili dall’avanzo di bilancio vincolato al Comune di Lugo dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna: la prima azione è l’ampliamento con complessivi nuovi 17 posti per bambine e bambini dai 12 ai 36 mesi nei nidi Europa e Corelli, passando così dagli attuali 146 posti ad un massimo di 163 posti sul territorio comunale; la seconda è l’azzeramento della lista d’attesa per le domande dei bambini da 12 a 36 mesi arrivate nei termini del bando ordinario per l’anno scolastico 2022-2023; la terza è l’attivazione di un bando straordinario, riservato in via prioritaria ai residenti a Lugo, per i nidi Europa e Corelli individuando come destinatari di questo bando I bambini e le bambine nati negli anni 2020 e 2021 già iscritti per l’anno scolastico 2022-2023 al nido d’infanzia Maria Ausiliatrice e che quindi si sarebbero trovati esclusi dalla possibilità di essere accolti in un nido d’infanzia comunale. Il bando integrativo è stato approvato nell'ultima riunione della giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e sarà aperto da venerdì 29 aprile al 13 maggio.

"Si tratta di una soluzione che non darà una risposta solo all'emergenza della chiusura di Maria Ausiliatrice, ma che andrà oltre - spiega Ranalli - Ogni volta che chiude una scuola paritaria, ed è la prima volta che succede in questo territorio, il pubblico ha il dovere di intervenire. Abbiamo incontrato i genitori che ci hanno fatto richieste che abbiamo proposto al provveditore agli studi. Sappiamo che la richiesta di trasferire le classi quarte e quinte al San Giuseppe sarà difficile da realizzare, ma dipenderà dalla decisione delle insegnanti della Maria Ausiliatrice, se vorranno cogliere l'opportunità offerta dal San Giuseppe. Con il bando straordinario abbiamo voluto dare una risposta che fosse anche di azzeramento delle liste d'attesa".

"Il bando straordinario per le iscrizioni al nido rimarrà aperto fino al 13 maggio - ha aggiunto Benghi - e così facendo abbiamo azzerato le liste d'attese. I posti ordinariamente programmati sono 146 nei nidi del comune di Lugo, erano rimaste 9 domande fuori dalle graduatorie e ora verranno accolte. Al Maria Ausiliatrice risultavano iscritti 13 bambini, ma di questi per loro scelte personali sono 10 quelli che necessitano la ricollocazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude la Maria Ausiliatrice, aperto un bando staordinario per il nido: "Così azzeriamo anche le liste d'attesa"

RavennaToday è in caricamento