menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con "Mobilitiamo" il percorso casa-lavoro si fa in bicicletta

Obiettivo del processo partecipativo è la proposta di interventi in materia di mobilità sostenibile nei percorsi casa-lavoro per le aree artigianali e industriali del territorio

"Mobilitiamo" è un processo partecipativo dedicato al tema della mobilità sostenibile promosso dall’Unione dei Comuni della Romagna Faentina con il sostegno operativo della cooperativa sociale RicercAzione. Il progetto è finanziato dalla Legge 15/2018 della Regione Emilia Romagna, la Legge sulla partecipazione all'elaborazione delle politiche pubbliche. Obiettivo del processo partecipativo è la proposta di interventi in materia di mobilità sostenibile nei percorsi casa-lavoro per le aree artigianali e industriali del territorio dell’Unione della Romagna Faentina per promuovere una mobilità rispettosa dell’ambiente mettendo al centro le esigenze dei cittadini. Il processo partecipativo si concentrerà quindi sugli spostamenti della popolazione dei comuni di Faenza, Brisighella, Castel Bolognese, Casola Valsenio, Riolo Terme e Solarolo per un complessivo di 88.710 abitanti.

"Il tessuto economico dell’Unione della Romagna Faentina - evidenzia Doriana Togni, responsabile del progetto per RicercAzione - è formato da piccole e medie imprese che operano, principalmente, nei settori agroalimentare, meccanico e ceramico. Le sedi produttive sono concentrate in alcune aree artigianali e industriali difficilmente raggiungibili in bicicletta o con i mezzi pubblici per cui, sia per motivi logistici che culturali, ad oggi il principale mezzo utilizzato per gli spostamenti casa-lavoro è la propria automobile".

I dati del censimento 2011, rispetto agli spostamenti che sistematicamente vengono effettuati ogni giorno per lavoro, hanno evidenziato che all’interno del Comune di Faenza si muovono ogni giorno per recarsi al lavoro circa 16.500 persone e dai comuni limitrofi (Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Riolo Terme, Solarolo) verso Faenza circa 3.000 persone. Viceversa si muovono da Faenza verso i comuni limitrofi circa 1.150 persone. In un contesto nel quale emerge un crescente impatto ambientale della mobilità e, di conseguenza, la definizione di nuove politiche mirate a limitare l’utilizzo dell’automobile si manifesta quindi con forza il bisogno di ripensare anche gli spostamenti casa-lavoro e sensibilizzare i cittadini e le imprese sulle opportunità possibili per promuovere una mobilità rispettosa dell’ambiente e della salute.

Il processo partecipativo "Mobilitiamo" si propone di conoscere i percorsi dei cittadini dell’Unione per recarsi al lavoro nelle aree artigianali e industriali e le modalità; coinvolgere i cittadini, le imprese e tutti gli attori del territorio attraverso azioni partecipative nella definizione di proposte alternative in materia di mobilità sostenibile; presentare per una valutazione le proposte che emergono dal processo partecipativo. I partner del progetto, sono: Unione della Romagna Faentina, Organismo Consultivo di quartiere Borgo, Organismo Consultivo di quartiere Centro Nord, Organismo Consultivo di quartiere Centro Sud, Organismo Consultivo di quartiere Granarolo, Organismo Consultivo di quartiere Reda, Tavolo degli Imprenditori; Anfass Onlus Faenza.

luccaroni-togni-bandini-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ravenna usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento