rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca

Coronavirus, la denuncia dei sindacati: "Ritardi nei test sierologici a ospiti e agenti del carcere"

"Le disposizioni contenute nel protocollo e dirette a preservare non solo la salute, ma anche la sicurezza della casa circondariale di Ravenna risultano ancora disattese"

La Fp Cgil Ravenna, con una nota inviata all’Ausl Romagna e al carcere di Ravenna, denuncia "i ritardi nel dare esecuzione al protocollo siglato tra Regione Emilia Romagna e Ausl in merito all'emergenza sanitaria dovuta al covid-19. Il protocollo sottoscritto lo scorso primo aprile - spiega Maria Antonietta Cirillo di Fp Cgil - prevede, secondo una scala di priorità, l’effettuazione dei test sierologici anche al corpo della Polizia penitenziaria. Ad oggi, le disposizioni contenute nel protocollo e dirette a preservare non solo la salute, ma anche la sicurezza della casa circondariale di Ravenna risultano ancora disattese. Si evidenza l’urgenza di attivarsi al più presto per effettuare i test su tutti i presenti nella struttura, al fine di scongiurare la creazione di un focolaio che metterebbe a rischio l’intera struttura, come già peraltro accaduto in altre città non lontane da Ravenna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la denuncia dei sindacati: "Ritardi nei test sierologici a ospiti e agenti del carcere"

RavennaToday è in caricamento