Dopo via Trieste critiche anche sulla Classicana: "Situazione pericolosa e indecente"

Dopo le critiche sollevate sullo stato di via Trieste, la Pigna continua il lavoro di "perlustrazione" delle strade ravennati e questa volta punta il dito contro le condizioni della Classicana

Dopo le critiche sollevate sullo stato di via Trieste, la Pigna continua il lavoro di "perlustrazione" delle strade ravennati e questa volta punta il dito contro le condizioni della Classicana. Anche qui, infatti, per la capogruppo Veronica Verlicchi "mancano lunghi tratti della linea di mezzeria e dei bordi della careggiata. Addirittura in un punto, sulla sinistra della carreggiata che costeggia il new jersey il bordo é presente per un breve tratto e completamente assente sia prima sia dopo. É una situazione incredibile, vergognosa e indecente. Anche sulla Classicana, i lavori di ripristino di alcuni punti della pavimentazione stradale non sono stati completati, così come abbiamo segnalato nei giorni scorsi per via Trieste. Ma se per via Trieste dopo la nostra segnalazione sono magicamente apparse le strisce, via Classicana ne è ancora priva. Si tratta di una strada ad alta densità di traffico, soprattutto pesante da e per il porto, aggravato nei mesi estivi anche dal traffico turistico, non illuminata e ad alta rischiosità di incidenti che in questo periodo aumentano per via della nebbia, del ghiaccio, della pioggia e della neve. La mancanza della segnaletica orizzontale non fa che aggravare la già disastrosa situazione".

"E’ intollerabile e sconcertante che il sindaco non imponga ai suoi uffici un monitoraggio minuzioso e costante dello stato delle strade che insistono nel Comune di Ravenna, siano esse sotto la diretta competenza comunale siano esse sotto quella provinciale o di Anas - insiste la consigliera d'opposizione - De Pascale dorme sonni tranquilli mentre i suoi cittadini rischiano la vita a causa delle gravi mancanze di chi effettua i lavori di manutenzione delle nostre strade. Il sindaco intimi ad Anas di realizzare immediatamente la segnaletica mancante sulle strade del Comune di Ravenna che le competono".

Nel frattempo, dopo che il 26 dicembre il capogruppo di Lista per Ravenna Alvaro Ancisi ha trasmesso alla Polizia municipale una richiesta di intervento immediato nel tratto extraurbano di via Trieste tra Ravenna e Marina di Ravenna, i lavori sono stati effettuati già il giorno dopo. "La Polizia municipale mi ha comunicato che, a seguito dei controlli effettuati, ha accertato, agli estremi del cantiere e su altri punti della carreggiata la presenza della segnaletica verticale mobile di rifacimento della segnaletica orizzontale. Ciò attestava il rispetto della norma di codice stradale che lo impone, ma non ancora la messa in sicurezza della circolazione stradale - spiega Ancisi - Nel primo pomeriggio di giovedì, però, dalla Rotonda degli Sgobbolari fino al ponte ex Sarom gli operai, tornati al lavoro, hanno realizzato la segnaletica orizzontale della ‘riga di mezzaria’ fino a via dell’Idrovora e hanno continuato nell’opera fino a sera. Nella mattina di venerdì, tempo permettendo, i lavori di rifacimento della segnaletica sarebbero continuati nelle parti mancanti, compresa la linea di margine della carreggiata. Considero risolto questo aspetto del problema, il più urgente, mentre però approfondisco quello non meno importante del termine, ripetutamente rinviato, dei lavori di ripristino della pavimentazione stradale nel tratto in questione (statale Tosco-Romagnola tra il km 217-277 e il km323/377), lavori che, in base all’ordinanza iniziale, si sarebbero dovuti compiere tra il 5 e il 23 novembre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Natale da favola a Cervia e Milano Marittima con 140 abeti e illuminazioni fantastiche

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Le azdore romagnole insegnano come fare tagliatelle e strozzapreti e finiscono sul 'Sunday Times' - VIDEO

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Tra strozzapreti e cappelletti: tanti ristoranti ravennati nella Guida Michelin 2020

  • Fissata la riapertura del Mercato Coperto: ristoranti, bar e anche un supermercato

Torna su
RavennaToday è in caricamento