Cervia, attesa per il ministro Kyenge. Blitz di Forza Nuova alla festa Pd

Blitz di Forza Nuova mercoledì sera alla festa del Pd di Cervia. L'atto è stato condannato dal sindaco Roberto Zoffoli, condannando "con forza" un "gesto infame" "che non appartiene alla cultura di questa terra e di questa comunità

Blitz di Forza Nuova nella nottata tra giovedì e venerdì alla festa del Pd di Cervia, con l'abbandono di alcuni manichini imbrattati sul petto di vernice color rosso sangue e corredati da cartelli e volantini con la scritta ''L'immigrazione uccide - No ius soli''. L'atto è stato condannato dal sindaco Roberto Zoffoli, condannando "con forza" un "gesto infame" "che non appartiene alla cultura di questa terra e di questa comunità, che è  aperta al dialogo, ospitale, solidale e predisposta all'integrazione".

Per Zoffoli, l'atto di Forza Nuova "è sintomo di un clima di intolleranza, di violenza e di odio, che purtroppo vengono alimentati anche da certe forze politiche del nostro Paese, quando invece andrebbero contrastati in tutti i modi come vere piaghe morali e sociali". "La nostra città è all'avanguardia per l'applicazione e il rispetto delle politiche sull'immigrazione e sulle azioni necessarie alla conoscenza, al rispetto e all'integrazione di tutte le comunità straniere presenti nel nostro territorio - continua il primo cittadino Per questo è per noi un grande onore avere ospite venerdì sera il ministro all'integrazione Cecile Kyenge, che può sicuramente permetterci di riaffermare i valori in cui crediamo e con i quali vogliamo che la nostra comunità continui a crescere". 

Il Partito Democratico "esprime assoluto sdegno per l'atto di intimidazione posto in essere da un gruppo di estremisti nei confronti del nostro partito impegnato in questi giorni nella tradizionale Festa Democratica di Cervia. C'è  grande preoccupazione e anche stupore  per la presenza anche nella nostra città di vergognosi fenomeni di rigurgiti fascisti". "Francamente si pensava che la nostra comunità fosse immune da tali  sentimenti di odio razziale , dato l'alto numero  di persone provenienti dall'estero impiegate nelle professioni legate al turismo e l significativo numero  di famiglie  da tempo ormai pienamente integrate  nel nostro tessuto sociale, che fanno impresa e  che prestano servizi necessari alla nostra comunità", affermano i democratici. Il Partito Democratico, conclude la nota, "combatterà con fermezza ogni manifestazione di intolleranza e di inciviltà e lo farà con i suoi valori e la sua cultura dell'inclusione, del dialogo e della democrazia".

"Il gesto, compiuto a Cervia a poche ore dall'arrivo della ministra Cécile Kyenge per la festa del Pd e rivendicato con una nota da Forza Nuova, è di una gravità assoluta", sottolineano i consiglieri regionali del Pd, Miro Fiammenghi e Mario Mazzotti, "Non è l’immigrazione ad uccidere (come si legge nel volantino di rivendicazione), ma una cultura di intolleranza e violenza, di mancanza di dialogo e prepotenza, che trova in certe forze politiche e movimenti pseudopolitici, dichiaratamente fascisti e razzisti, un terreno fertile di crescita - continunano -. Cervia è una città aperta alle culture e alle opinioni, questo gesto offende la Ministra e i cittadini che sono lieti di ospitarla. Le tradizioni di Cervia infatti sono tradizioni di tolleranza, di dialogo, di confronto fra culture e opinioni diverse. Invitiamo quindi i cittadini a tenere alta la vigilanza contro chiunque agisca in modo antidemocratico e intollerante.Esprimiamo una ferma condanna al gesto e la nostra piena solidarietà e stima alla Ministra Kyenge".

Potrebbe interessarti

  • La sabbia invade casa? Ecco come ripulirla

  • Creme solari, quali sono le 4 sostanze chimiche pericolose per la salute

  • Bagaglio perso o danneggiato in aeroporto: ecco cosa fare per il rimborso

I più letti della settimana

  • Falciano un ciclista e scappano, 25enne lasciato morire sul bordo della strada

  • Omicidio stradale, fermata una ragazza accusata di aver lasciato morire un 25enne

  • Gira nuda per il paese urlando contro il compagno, poi si scaglia contro un Carabiniere

  • Accoltella a morte il socio al culmine di una furiosa lite

  • Uccide il compagno con una coltellata: chi era la vittima dell'omicidio della piadineria

  • Investito e lasciato morire: fissata l'autopsia, giovane accusata di omicidio stradale

Torna su
RavennaToday è in caricamento