La Regione riapre il bando per sostenere le agenzie viaggio e raddoppia le risorse

Fino a 5000 euro di contributo per le imprese del settore, molto penalizzate dalla pandemia. Corsini: "Le agenzie di viaggio sono un anello fondamentale dell’industria turistica"

Sono stati riaperti i termini per poter presentare domanda per un incentivo una tantum a fondo perduto fino a 5mila euro a ogni agenzia di viaggio presente con almeno una sede operativa sul territorio regionale. Alla riapertura della finestra temporale si aggiunge anche il raddoppio dei contributi concessi.

La nuova delibera della Regione Emilia Romagna prevede, infatti, di portare da 1000 a 2000 euro il contributo per le agenzie online, da 2000 a 4000 quello per le agenzie aperte al pubblico e un aumento fino a un massimo di 5000 euro di contributo per quelle iscritte nell’elenco delle “Agenzie sicure”, che si caratterizzano per l’elevato livello di organizzazione e affidabilità dei servizi offerti. Le imprese che avevano già presentato domanda entro i termini fissati dal bando aperto a luglio non devono modificare nulla e beneficeranno dei nuovi parametri finanziari.

Grazie alla decisione di riaprire i termini temporali del bando fino al 9 novembre e aumentare la dotazione finanziaria fino a 1,7 milioni di euro, dagli 1,3 precedenti, la Regione Emilia-Romagna si adopera nuovamente a sostegno di agenzie di viaggio e tour operator, uno dei settori più penalizzati dall’impatto economico della pandemia da Coronavirus. Obiettivo: allargare la platea di chi può chiedere il contributo, per aiutare imprese e lavoratori che hanno visto crollare il proprio giro d’affari.

“Interveniamo con una misura di carattere straordinario - sottolinea l’assessore regionale al Turismo e Commercio, Andrea Corsini - a sostegno di un comparto messo a dura prova dai passati mesi di emergenza e dall’attuale situazione che certamente blocca i flussi turistici. Le agenzie di viaggio sono un anello fondamentale al servizio dell’industria turistica dell’Emilia-Romagna e, dopo i provvedimenti di carattere generale varati nei mesi scorsi per garantire liquidità anche alle imprese del settore turistico-alberghiero con la creazione di un  fondo da 10 milioni di euro, ora si tratta di dare un ulteriore aiuto a un settore che vede impegnate numerose persone e risorse e che gioca un ruolo fondamentale per l’attrattività turistica della nostra regione”. 

Cosa prevede il bando

Per partecipare al bando le agenzie di viaggio, a prescindere dalla forma giuridica, devono aver accusato tra il 1° marzo e il 31 maggio scorso un calo di fatturato pari o superiore al 30% rispetto allo stesso periodo del 2019, essere iscritte al registro delle imprese delle Camere di commercio e avere almeno una sede aperta al pubblico sul territorio regionale o un’unità locale nel caso di agenzie on line.

Le domande di contributo vanno presentate alla Regione fino alle ore 13 del 9 novembre, esclusivamente per via telematica, attraverso l’applicazione web “Sfinge 2020”, le cui modalità di accesso e utilizzo sono sul sito https://fesr.regione.emilia-romagna.it nella sezione dedicata al bando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Lo sfogo di una parrucchiera: "Salone anti-covid, ma le miei clienti non possono più venire"

Torna su
RavennaToday è in caricamento