rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

"Lavanderia felice" raddoppia: il bucato si fa tra regali e pasticcini

Quello organizzato da Cna è diventato oramai un appuntamento imperdibile per i ravennati che, sempre più spesso, scelgono di andare nella loro lavanderia artigiana preferita proprio durante questa occasione

Venerdì 24 e sabato 25 quarta edizione della giornata delle lavanderie artigiane Cna. “Lavanderia Felice” è diventato oramai un appuntamento imperdibile per i ravennati che, sempre più spesso, scelgono di andare nella loro lavanderia artigiana preferita proprio durante questa occasione di fine novembre. Perché questo accade? Quali sono le motivazioni del successo della manifestazione? Le ragioni probabilmente sono molto semplici: le lavanderie aderenti in quei giorni si “tirano a festa” e accolgono i clienti con sorprese, regali, torte e pasticcini, offerte speciali, gadget fashion, informazioni utili, e tanti sorrisi – nonostante la durezza del lavoro e le difficoltà economiche del periodo – perché si rendono conto di come sia comunque molto importante valorizzare questo importante mestiere artigiano e ricordarne a tutti il grande valore sociale.

“E’ di primaria importanza – racconta Francesca Gemelli, portavoce della categoria a Ravenna e in Emilia-Romagna - conoscere a fondo il cliente, le sue abitudini, le sue esigenze, il suo modo di vivere, al fine di erogare un servizio sempre più efficiente. Insomma, con questa iniziativa vogliamo far crescere la cultura del pulito e l’orgoglio per il lavoro artigiano della lavanderia. E’ proprio per questo che qui a Ravenna abbiamo inventato Lavanderia Felice, una giornata di cultura e valorizzazione in cui le lavanderie sono aperte in tutti i sensi e diventano luoghi di festa e di formazione, di incontro con i clienti, di racconto di buone pratiche”.

Le novità di quest’anno

Ci saranno due giorni a disposizione e ogni lavanderia avrà il suo programma e potrà scegliere quando festeggiare. Poi sarà anche l’occasione per proporre a tutti i soggetti interessati il rilancio di un accordo tra artigiani, associazioni dei consumatori e Camera di Commercio per gestire insieme – rispettando il lavoro delle lavanderie e l’interesse dei clienti – tutte le potenziali criticità (responsabilità, ritiro capi, danneggiamenti, diritti) per la fornitura del servizio di tintolavanderia; aumentando così la qualità dell’offerta e la relazione con gli utilizzatori.

Le lavanderie aderenti

Quick sec 2000, Bagnacavallo – Lavanderia il Giglio, Cervia – Lavanderia Blec Stiis, Lavezzola – Lavanderia Bruna Angeli, Conselice – Lavanderia Ricci Tiziana, Fusignano – Lavanderia Nadia, Massa Lombarda – Lavanderia Gaudenzi Luciano, Massa Lombarda – Lavanderia 4 dimensioni, Ravenna – Lavasecco Cerchio blu, Ravenna – Lavanderia Leonelli Debora, Ravenna – Lavanderia Katia Proietti, Ravenna – Lavanderia Tiffany, Ravenna – Lavanderia il Quadrifoglio, San Pietro in Vincoli – Lavanderia Minguzzi Luisa, Savarna – Lavanderia Piangipane, Piangipane – Lavanderia Rita, Castiglione di Ravenna – Lavanderia Lorena, Russi – Lavasecco Angela, Solarolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lavanderia felice" raddoppia: il bucato si fa tra regali e pasticcini

RavennaToday è in caricamento