menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cristiano dedica il suo 'brodetto che innamora' al marito e conquista i giudici di Masterchef

"Dove ti vedi in un futuro?", gli domanda chef Cannavacciuolo. "Il mio sogno è lasciare l'officina", risponde Cristiano. "Hai tutte le carte in regola per farlo", lo incoraggia Cannavacciuolo

Quando si cucina per amore, magari pensando a una persona cara, si vince sempre. E Cristiano Cavolini, l'aspirante chef di Solarolo, giovedì sera ne ha dato prova durante la quinta puntata di Masterchef. Il tema della mystery box è l’amore, e i concorrenti devono dimostrare che, anche in cucina, ogni gesto è dettato da questo grande sentimento. Per l’occasione, sotto la mystery box ci sono i più noti ingredienti afrodisiaci: zafferano, pepe nero della Tasmania, cioccolato, fegato di vitello, cipolla rossa di Tropea, cicoria e anguilla. Oltre a questi, i cuochi amatoriali devono scegliere una delle tre mini box rosse con incise le iniziali dei tre giudici che celano nuovi ingredienti afrodisiaci da aggiungere nel bel mezzo dei 45 minuti di cucinata.

Tutti si fanno trasportare dai ricordi e dalla passione per riuscire a creare un piatto che racconti una grande storia d’amore. C’è chi pensa al proprio compagno, chi al marito, chi alla figlia, chi alla mamma e, persino, chi pensa a se stesso. Cristiano, nel cucinare, dice che a casa sua l'amore è nell'aria e ripensa a quando ha fatto la proposta di matrimonio a suo marito a Gianluca. Il ravennate sceglie l'ingrediente segreto di Barbieri, il gambero di fiume, e definisce il suo impiattamento "osè", riuscendo a finire tra i tre piatti migliori. Ed è proprio il suo “brodetto che innamora” - anguilla stufata su brodetto alla cipolla e zafferano con patè di fegato e nidi di cicoria con gambero di fiume, che Cristiano dedica al marito Gianluca - a stupire maggiormente i giudici e a fargli guadagnare un grande vantaggio per l’invention test. "Stai tentando di cambiare, e la cosa mi fa felice", commenta soddisfatto chef Barbieri.

Siamo di fronte alla prima replica della decima stagione di Masterchef: gli aspiranti chef dovranno infatti ricreare al meglio i piatti portati dall’ospite Nino Rossi, chef una Stella Michelin. Cristiano nella Master room ha il vantaggio di poter assaggiare le tre diverse preparazioni e di decidere a chi assegnare i piatti con diversi livelli di difficoltà. Coraggiosamente, assegna anche a se stesso il piatto più complesso - gelatina di ponzu calabrese con gambero rosso - deciso a lottare fino alla fine. Le insidie celate nei piatti sono tante e, a fine cucinata, è il momento degli assaggi. Il piatto di Cristiano piace ai giudici: "Dove ti vedi in un futuro?", gli domanda chef Cannavacciuolo. "Il mio sogno è lasciare l'officina", risponde Cristiano. "Hai tutte le carte in regola per farlo", lo incoraggia Cannavacciuolo. Eduard, con la sua replica del piatto di media difficoltà, si aggiudica l’invention test, mentre quello decretato peggiore è di Alessandra.

Dopo la prima esterna a Crespi d’Adda, la masterclass si sposta a Valeggio sul Mincio, un borghetto in provincia di Verona. A capo della squadra blu c’è Eduard, mentre a capitanare i rossi Maxwell che, per strategia, non sceglie Ilda e la consegna direttamente al pressure test. Le due brigate devono preparare un menù completo che, come portata principale, ha una ricetta tipica locale: il Nodo d’Amore, tortellino tradizionale di Valeggio. A votare ogni piatto gli scrupolosi rappresentati dell’Associazione del Nodo d’Amore. I blu, la brigata di Cristiano, lavorano con grande armonia e riescono a ottenere la vittoria proprio grazie alla portata principale preparata da Cristiano, mentre i rossi tornano nella nasterclass per il pressure test.

A questa sfida partecipa tutta la brigata di Maxwell, a cui si aggiungono Alessandra e Ilda. Sotto le cloche, un pollo interno e gli ingredienti per quattro diversi tipi di pastelle. C’è chi aveva già fritto pollo in precedenza e chi, invece, si trova in difficoltà. Ma è la frittura di Alessandra quella che proprio non convince i giudici. L’aspirante chef sarda deve perciò togliersi il grembiule e abbandonare la Masterclass. Il sogno di Cristiano, invece, continua!

piatto-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sotterrata nel giardino della scuola una "capsula del tempo": verrà aperta nel 2070

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento