rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Cronaca Cervia

Movida fino a tarda notte, "Cervia rischia di essere discriminata come fuori controllo"

Obiettivo di Confcommercio e Federalberghi è "garantire lo svolgimento degli intrattenimenti in un clima di piena sicurezza per i residenti e i turisti, prevenendo nei modi possibili previsti dalla legge ogni forma di degrado urbano"

Confcommercio e Federalberghi Ascom Cervia hanno inviato al sindaco una relazione tecnica sugli intrattenimenti musicali e sull’inquinamento acustico in previsione della prossima emanazione dell’ordinanza 2017 che regolerà gli eventi nell’arenile demaniale. La relazione contiene le osservazioni e le proposte che l’associazione avanza alla luce di un’analisi della precedente delibera 2016, al fine di migliorarne il contenuto in termini di chiarezza e completezza.

Obiettivo di Confcommercio e Federalberghi è "garantire lo svolgimento degli intrattenimenti in un clima di piena sicurezza per i residenti e i turisti, prevenendo nei modi possibili previsti dalla legge ogni forma di degrado urbano, come gli eccessivi rumori notturni provocati dalla movida e gli addii al celibato". In particolare, l’associazione fa presente che "la località rischia di essere identificata come meta di divertimento esasperato e fuori controllo al di là della natura dei singoli eventi in programma". La relazione inviata al Sindaco sottolinea due aspetti: l'importanza di garantire controlli mirati ed efficaci, adottando un sistema di analisi preventiva delle aree a rischio, e la definizione puntale, secondo quanto prevede la legge regionale in vigore (legge n.14 del 27/07/2003), delle modalità di svolgimento degli intrattenimenti con riferimento specifico alla distinzione tra piccoli intrattenimenti ed eventi di maggiore portata, che necessitano obbligatoriamente di un'autorizzazione specifica sia per motivi di sicurezza e di ordine pubblico. La normativa vigente non autorizza feste sull’arenile demaniale con un’affluenza maggiore di 100-200 persone per ovvi motivi di sicurezza e igienico-sanitari. Confcommercio e Federalberghi hanno chiesto al sindaco la convocazione di un incontro per approfondire le proposte contenute nella relazione tecnica al fine di raggiungere l’obiettivo comune di un’ordinanza condivisa e aderente alle esigenze del turismo cervese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida fino a tarda notte, "Cervia rischia di essere discriminata come fuori controllo"

RavennaToday è in caricamento