rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Cronaca

Il museo apre le porte agli sposi: sarà possibile celebrare i matrimoni al Classis

Comune e RavennAntica sottoscrivono l'accordo per mettere a disposizione due spazi del museo di Classe come sede per matrimoni e unioni civili

Dire "Lo voglio" nel cuore della storia e della cultura. Il Museo Classis apre le porte ai futuri sposi. La Giunta di Ravenna ha approvato martedì la sottoscrizione di un accordo con la Fondazione Parco Archeologico di Classe – RavennAntica per utilizzare due spazi del museo di Classe come sede di celebrazione di matrimoni e unioni civili. L'ex zuccherificio, divenuto museo a fine 2018, si aggiungerà così all'elenco dei luoghi storici e culturali della città a disposizione delle coppie innamorate per celebrare le proprie nozze.

"L’evoluzione dei tempi e del costume richiede una maggiore varietà di sedi di celebrazione dei matrimoni e unioni civili in luoghi di rilevanza storica e culturale, a testimonianza del passato culturale e artistico della nostra città", si legge nella relazione della Giunta che ha portato alla sottoscrizione dell'accordo. In particolare saranno due gli "spazi del museo Classis dedicati in uso esclusivo e con carattere duraturo" alla celebrazione di matrimoni e unioni civili.

La Giunta rende anche già note la tariffa a carico degli sposi "coerente con quelle previste, seppure in modo diversificato, per le altre sedi individuate". Il costo per chi si sposa sarà di 450 euro per i giorni feriali, e di 600 euro per i festivi. Come spiega la stessa relazione della Giunta ravennate, la convenzione dovrebbe portare alla piena valorizzazione del Museo Classis "che avviene anche ampliando e differenziando la fruizione pubblica di tale bene culturale attraverso la possibilità di celebrazione dei matrimoni e unioni civili in tale sede prestigiosa".

I due spazi del Classis si aggiungono così alle altre sedi comunali già a disposizione dei cittadini per le celebrazioni dei matrimoni: Residenza Municipale, Biblioteca Classense (Sala Muratori e sala Dantesca), Museo NatuRa a Sant’Alberto, Museo Tamo, Mar e Palazzo Rasponi delle Teste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il museo apre le porte agli sposi: sarà possibile celebrare i matrimoni al Classis

RavennaToday è in caricamento