Il nuovo questore Russo incontra la giunta della Bassa Romagna

Il questore è stato accolto nella Rocca di Lugo dal presidente dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari e dal vice presidente e sindaco di Lugo Davide Ranalli

Il questore di Ravenna Rosario Eugenio Russo, accompagnato dalla dirigente del Commissariato di Polizia di Stato di Lugo Paola Aulizio, ha incontrato la giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Il questore è stato accolto nella Rocca di Lugo dal presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna Luca Piovaccari e dal vice presidente e sindaco di Lugo Davide Ranalli.

L'incontro è stato l'occasione per affrontare subito i temi più importanti e contingenti che riguardano il territorio dell'Unione dei Comuni. Il Questore ha spiegato che il proprio lavoro inizierà riprendendo quanto ha fatto il suo predecessore Mario Mondelli. Ha garantito il proprio impegno per cercare di combattere i fenomeni di criminalità che si verificano nel territorio, a partire dai furti a danno delle abitazioni e delle imprese. Nella sua agenda è fissata anche la visita a tutte le articolazioni della Polizia di Stato sul territorio lughese. Il questore si è intrattenuto con il sindaco Ranalli, per fare il punto sulla nuova sede del Commissariato di Lugo (collocata a fianco dell’attuale presidio), la cui ultimazione è considerata bilateralmente una priorità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nato a Catania nel 1956, Russo si è laureato in giurisprudenza alla facoltà di Catania nel 1980. È entrato nell’amministrazione della Polizia a settembre del 1981. Dopo aver frequentato il corso da commissario a Roma, è stato assegnato alla questura di Verona nell’aprile del 1982. A Verona ha ricoperto numerosi incarichi. In particolare dal 1992 al 2000 ha diretto la Digos della questura di Verona, ottenendo importanti successi in delicate indagini, tra cui vanno ricordate quelle che hanno condotto all’arresto dei membri del cosiddetto “Veneto serenissimo governo” e le indagini che hanno portato all’arresto di Franco Freda e allo scioglimento del movimento “fronte-nazionale” di ideologia neofascista. Nell’agosto del 2004 è stato trasferito alla questura di Rimini con l’incarico di vicequestore vicario, incarico che ha ricoperto fino a giugno 2010, fino all'ammissione al corso di alta formazione della scuola di perfezionamento per le forze di polizia e alla promozione a dirigente superiore della Polizia di Stato. È Questore della provincia di Ravenna dal primo giugno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Primi due studenti positivi al Coronavirus in due scuole ravennati

  • Tragedia sui binari: studente minorenne perde la vita

  • Dopo 56 anni e 3 generazioni chiude lo storico supermercato: "A quell'epoca in paese c'erano 4 negozi"

  • Maxi festino nascosti in casa tra assembramenti e droga: 34 ragazzi nei guai

  • Dramma sui binari: muore investito da un treno

  • A 26 anni 'sfida' il Covid e apre una pizzeria: "Faremo una pizza 'diversamente napoletana'"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento