rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Faenza

Spintonata dal parcheggiatore abusivo cade e sbatte la testa: paura per un'anziana

Caos nel parcheggio dell'ospedale faentino, dove una 80enne è rovinata sull'asfalto durante la rocambolesca fuga di alcuni ragazzi dediti al parcheggio abusivo

Dal "semplice" espisodio di abusivi dei parcheggi alla violenta caduta e al ricovero in ospedale. Caos nel parcheggio del nosocomio faentino venerdì mattina dove, intorno alle 10.30, una 80enne è rovinata sull'asfalto durante la rocambolesca fuga di alcuni ragazzi dediti al parcheggio abusivo.

Un equipaggio del radiomobile dei Carabinieri di Faenza, infatti, venerdì mattina è passato nella zona del parcheggio dell'ospedale per uno dei controlli di routine, essendo la zona da anni afflitta dal fenomeno dei parcheggiatori abusivi, rivelatisi in alcuni casi anche insistenti o persino violenti. Alla vista dei militari, un gruppetto di nord-africani si è dato precipitosamente alla fuga scappando tra le auto parcheggiate e scavalcando le recinzioni. Nel farlo, uno di loro non si sarebbe accorto di un'anziana e l'avrebbe accidentalmente urtata in modo violento, facendola cadere a terra sbattendo la testa sull'asfalto. Con lei era presente il figlio della donna, che ha subito dato l'allarme: l'80enne è stata soccorsa e portata all'interno dell'ospedale, da dove è stata dimessa nel pomeriggio con sei giorni di prognosi. Il parcheggiatore abusivo, invece, si è dileguato.

"L’episodio è solo l’ennesima goccia che prima o poi farà traboccare il vaso già stracolmo della rabbia dei faentini. È questione di poco prima che qualcuno non ne possa più e succeda qualcosa di più grave - scrivono Gabriele Padovani, capogruppo di Lega Nord in Consiglio Comunale a Faenza e Andrea Liverani, consigliere regionale - I parcheggiatori abusivi non dovrebbero esistere da nessuna parte, men che meno nei pressi di un ospedale, poichè chi vi si reca è bisognoso di cure o ha parenti o amici che stanno male ed è quindi già di per sé in una condizione non ottimale; figuriamoci se poi deve trovarsi davanti qualche energumeno che gli chiede dei soldi per il parcheggio e magari lo minaccia pure di danneggiargli la macchina. La soluzione che sembra avere in mente la Giunta faentina è quella di mettere il parcheggio a pagamento: come se il parchimetro fosse una specie di spaventapasseri che allontana i parcheggiatori abusivi. Così, chi va in ospedale dovrà non solo pagare il parcheggio per visitare i propri cari o per curarsi, ma continuerà comunque a trovarsi i parcheggiatori abusivi tra i piedi".

"Sono particolarmente dispiaciuto per l'episodio - replica il sindaco Giovanni Malpezzi - Nel pomeriggio ho chiamato la famiglia per sincerarmi delle condizioni della signora e per augurarle una pronta guarigione. Ovviamente gli esponenti della Lega Nord, puntualissimi, non si sono lasciati sfuggire l'occasione per polemizzare e aizzare gli animi. Peccato che, a differenza del passato, ora rappresentino la parte politica al governo del Paese. Per cui li invito ad usare la stessa veemenza e gli stessi toni per pretendere dal proprio leader e ministro degli Interni Salvini quelle misure straordinarie di ordine pubblico tanto promesse. Il ritornello "Quando saremo noi al governo..", usato ossessivamente nei mesi scorsi, si sta rivelando la solita vuota propaganda di sempre. Gli strumenti attualmente a disposizione di un sindaco sono stati utilizzati tutti: presidio continuo e giornaliero da parte degli agenti della Polizia locale, denunce penali per molestie nei confronti di una decina circa di parcheggiatori abusivi attualmente in attesa di giudizio ma a piede libero, perché per questo reato, considerato lieve, non sono previste misure restrittive. Proprio in questi giorni abbiamo inoltre approvato modifiche al Regolamento di Polizia urbana, per dare maggiori strumenti sanzionatori e di prevenzione in mano agli operatori di Polizia, in conformità a quanto previsto dal Decreto "Minniti" e dal recente Patto per la sicurezza sottoscritto dai sindaci del faentino col Prefetto di Ravenna. Con l'entrata in vigore delle nuove disposizioni, gli agenti potranno applicare il cosiddetto daspo urbano, cioè la possibilità di inibire e sanzionare presenze e comportamenti ingiustificati, a maggior ragione in luoghi sensibili come l'ospedale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spintonata dal parcheggiatore abusivo cade e sbatte la testa: paura per un'anziana

RavennaToday è in caricamento